Motore di ricerca

Dalla Torre

Natale 2011

Torre Civica


 


 


A
Casalbordino



D’in su la vetta della Torre avita
or balenano lampi di memoria:
vesti fruscianti di seta fiorita,
voci riecheggianti di mercato,
litanianti raccolte processioni,
ritmanti musici in gran livrea.
E nomi di eroi sulla pietra
d’una vittoria color del sangue,
lugubri voci di aquile nere
inneggianti ad orribili pugne,
sorridenti militi colorati
latori d’inebriante cioccolata,
promesse quasi sempre incompiute
di grigie sirene elettorali ...
Intanto la Torre da un secolo,
ode, impotente, maligni echi
di vizi privati e di tiepidi
elogi alle pubbliche virtudi,
illusoria unità d’un popolo
all’ombra del suo totemico faro.
Eppur da esso oggi si diffonde
un raggio verde verso il futuro.




Luglio 2001








Antonella Iannucci