Motore di ricerca

Visita Pastorale

Natale 2012

Benedizione del nuovo altare


Nel mese di novembre, dal 9 all’11, nella nostra Parrocchia si è svolta la Visita Pastorale, un’esperienza sempre molto utile, che fa conoscere meglio alla comunità la figura del Vescovo e nello stesso tempo dà a lui la possibilità di parlare con le varie realtà esistenti sul territorio. Don Silvio ci aveva preparati alla Visita con molta cura. Nelle settimane precedenti, tutte le Sante Messe si erano concluse con la Preghiera per la Visita Pastorale, recitata anche al catechismo e ad ogni occasione di ritrovo. Tutti i momenti di preghiera comunitaria da vivere durante la Visita erano stati previsti con la massima attenzione per la liturgia. Ogni incontro, poi, ha avuto il suo supporto cartaceo ben curato ed è stato accompagnato da uno dei quattro cori che solitamente animano tutte le nostre celebrazioni, come del resto è consuetudine in Parrocchia.
La Visita è iniziata venerdì mattina con la preghiera di accoglienza in Chiesa, con tanta gente a salutare il Vescovo. I primi appuntamenti sono stati nelle scuole del paese: la Media, la Materna statale, la scuola Elementare e la scuola Materna delle Suore. I bambini hanno manifestato subito la loro gioiosa accoglienza, dialogando con Padre Bruno con genuina spontaneità. Nel pomeriggio il Vescovo si è recato nelle due Case di Riposo presenti in paese, Villa Elena e Domus Pacis, per compiere il rito dell’Unzione dei malati e per portare il proprio conforto a coloro che sono colpiti dalla sofferenza e da grande solitudine.
Commosso è stato poi il saluto che il Vescovo ha voluto portare anche nelle case di alcune persone sofferenti, che rappresentano un tesoro di grazia per tutta la comunità.
Molto partecipato è stato l’incontro organizzato in Chiesa con i gruppi operanti in Parrocchia. Padre Bruno ha incontrato tutte le realtà ed ha chiesto a tutti noi che parlassimo di ogni gruppo e dell’attività che esso svolge e così, con sincerità ed emozione, abbiamo esposto i compiti di ognuno. Il Vescovo ha spronato ciascuno di noi ad essere fedeli alla Parola di Dio e a crescere nella comunione fraterna e nel servizio agli ultimi, un servizio già molto sentito in Parrocchia per la particolare sensibilità del nostro Parroco a riguardo, e praticato da molti dei gruppi nati proprio con questo scopo. La Santa Messa di ringraziamento è stata il perfetto coronamento di una giornata così piena di emozioni vivificanti. Al termine, con l’Esposizione de SS. Sacramento si è svolta una Veglia Eucaristica fino a mezzanotte, nella quale abbiamo meditato gli Atti degli Apostoli, lettura perfettamente in tema con la giornata.
L’accoglienza del sabato mattina è stata in egual modo calorosa e partecipata. Il primo incontro si è svolto presso l’Istituto Tecnico Commerciale. I giovani sono da sempre nel cuore del Vescovo ed ogni occasione di ritrovo con loro è motivo per lui di grande gioia, ma anche di grande attenzione e preoccupazione. Dopo la visita alla Caserma dei Carabinieri, importante presidio di legalità e sicurezza per tutto il circondario, in una sala consiliare affollatissima, e alla presenza del Sindaco e del Consiglio Comunale in seduta straordinaria, si è svolto l’incontro con le Istituzioni e con tutte le numerose associazioni operanti nel paese. Padre Bruno, visibilmente stupito per tanta partecipazione, si è complimentato con tutti per l’impegno profuso per il bene della comunità. La bella manifestazione si è conclusa con la cerimonia dei doni e con l’offerta per le Missioni da parte del Comune di una somma da destinare alla costruzione della Chiesa dedicata alla Madonna dei Miracoli in India. A seguire, il Vescovo ha benedetto ed inaugurato il nuovo centro giovanile appena restaurato.
Nel pomeriggio, la Visita è ripresa con l’incontro al Frantoio Sociale, una realtà molto importante per l’economia del paese. Anche qui il Vescovo ha portato la sua parola di incoraggiamento e conforto ai responsabili e ai lavoratori, in un momento tanto delicato come quello che ci troviamo a vivere.
La visita al cimitero è stata molto commovente. Padre Bruno ha pregato in cappella per tutti i defunti. In quest’occasione è stata anche benedetta una croce posta al centro della nuova rotonda proprio all’ingresso del paese. Prima della Messa del pomeriggio, il Vescovo ha visitato la Casa delle Suore, con le quali si è ritirato in preghiera nella cappellina privata.
La Santa Messa è stata una vera festa, servita da una folla di ministranti attenti e gioiosi, come del resto accade ogni sabato in Parrocchia. Successivamente, un momento conviviale in oratorio, in cui il Vescovo ha potuto visitare le accoglienti aule nelle quali si svolgono il catechismo e tutte le altre attività parrocchiali. A conclusione della serata, don Silvio ha accompagnato Padre Bruno nella Chiesa di Sant’Antonio Abate a Vidorni, dove tutta la comunità di quella contrada, sempre molto attiva, era riunita per salutare il Pastore e pregare con lui.
La domenica mattina, prima della Messa, il Vescovo ha avuto occasione di impartire il sacramento della riconciliazione, momento di grazia ed espressione più alta della misericordia del Padre. La Santa Messa è stata anche l’occasione per consacrare il nuovo altare di marmo e l’ambone, con una cerimonia solenne piena di momenti forti. L’altare è il fondamento di tutta la Chiesa perchè è Cristo stesso, e la consacrazione di un nuovo altare è una festa per tutta la comunità. Blocco unico di marmo, è la roccia a cui noi ci aggrappiamo, che ci dà forza attraverso la celebrazione eucaristica. La celebrazione è stata poi suggellata dal suono gioioso di una campana che l’Arcivescovo ha benedetto e che verrà inviata in regalo in Bolivia, terra a cui la nostra comunità è molto legata perchè vi sostiene alcuni progetti di missione, per richiamare tanti fedeli di quei luoghi intorno all’unico altare che è Cristo.
La tre giorni della Visita Pastorale si è conclusa nella casa canonica con il pranzo fraterno, appuntamento che si ripete mensilmente e vede la partecipazione di anziani, persone sole o di chiunque voglia condividere un momento di serenità in compagnia. Il Vescovo ha mostrato di apprezzare molto questa bella iniziativa, che va avanti ormai da molti anni, grazie all’impegno di tanti collaboratori della Parrocchia. Con l’occasione Padre Bruno ha anche inaugurato, sempre nei locali della casa canonica, la mostra fotografica organizzata da Missio Casalbordino dal titolo “I colori di Dio”, alla presenza dell’autore Enrico Mascheroni, fotografo di fama internazionale. Quarantacinque meravigliose immagini con cui l’autore ha descritto le diverse religioni del mondo e ne ha raccontato riti, preghiere e gesti.
Prima di salutarlo, Don Silvio ha voluto omaggiare il Vescovo con un magnifico libro fotografico dal titolo “In cammino come Chiesa.. guardando al cielo”, che illustra, tramite immagini molto evocative, il percorso della nostra comunità, sia all’interno che fuori dai nostri confini, in terra di Missione. In serata ci siamo ritrovati tutti nella Basilica della Madonna dei Miracoli per il consueto incontro mensile mariano, certi che solo per Maria si va a Gesù.
Raffaella