Motore di ricerca

Al taralluccio di Casalbordino

24 dicembre 2015 - Natale 2015

Forse perché della vital matrice

femminea tu sei simulacro,

a me caro torni, o taralluccio,

quando osservo virili canini

violare il bianco tuo manto

dal goloso sapore zuccherino

come sottile velo di sposa.

Concedi che quelle candide perle

lacerino l'eburnea conchiglia

tuffandosi nel tuo scuro magma

d'ebano, rosso sangue di acini

d'uva dolce, con croccanti gherigli,

giacché si evoca in te l'arcano

mistero per il quale, dopo nove

lune nuove, tanti tuoi futuri

amanti apriranno gli occhi su

quelle tonde tue forme, che sono

vessillo del muliebre privilegio.

Settembre 2015

Antonella Iannucci