Motore di ricerca

LiberaMente - lettere dal carcere

Pasqua 2017

gabbietta Poesia di Pasqua dedicata a tutti i papà della Casa Lavoro di Vasto

È come scrivere una lettera d’amore
ma l’indirizzo non c’è,
perché non la scrivo a chi mi abita nel cuore,
ma vive senza di me,
meglio non dare troppo peso alle parole,
soltanto il tempo un giorno ci farà capire,
come è difficile spiegarti la ragione,
se una ragione non c’è,
fa tanto male fare finta di star bene
fra tanta gente che c’è,
e recitare come fossi un grande attore,
è naturale per me,
vorrei fermare il tempo che
non passo insieme a te,
solo veleno per regalo da scartare,
e un piatto d’amarezza da mangiare
mille giocattoli per farmi perdonare,
ma papà a Pasqua non c’è,
ma ti stringe da lontano,
è un pupazzo a darti la
Felicità

Morgese Mario

Un pensiero di Pasqua

Oggi è il mese più importante dell’anno,
almeno parloper me
che è il mese per la Pace
ma tuttii giorni dovrebbe esserecosì:
la Fede in più pertutti
amarsi giornoper giorno
per rispettarciuno con l’altro
perchéin questo mondo non c’èpiù la Pace
e la Pace la puoi solo coltivare
con l’Amoreverso gli altri
e dimostrare che possiamo cambiare tutti
se lo vogliamo noi
baci a voi fratellipresenti
da parte di Del Duca Enrico

Gesù è la nostra luce

Gesù nel capitolo 12 di Giovanni, versetto 23, ci fa capire l’importanza della sua crocifissione e fa una metafora dicendoin verità in verità vi dico: se il granello di frumento caduto in terra non muore, rimane solo, ma se muore, produce molto frutto. Poi Gesù dice ancora:Padre salvami da quest’ora, ma poi aggiunge: è per questo che sono venuto. Io a volte penso: ma chi di noi non salverebbe la propria vita se lo potessefare? Gesù lo poteva fare e non l’ha fatto perché ci ha riscattato dal peccato, ha preso tutti i peccati del mondo, anche il mio e il vostro che leggete, e ha dato la sua vita per noi. Ma la cosa magnifica è che lui non ci conosceva e l’ha fatto lo stesso, è morto in croce per salvarci dal peccato e darci una vita nuova. Anche il versetto 35 mi colpisce molto, quando Gesù dice: la luce è ancora per poco tempo tra di voi, camminate mentre avete la luce affinché non vi sorprendano le tenebre, chi cammina nelle tenebre non sa dove va, mentre avete la luce credete nella luce affinché diventiate figli della luce. Gesù disse queste cose poi se ne andò e si nascose da loro. Se crediamo in tutto questo, Gesù saràla nostra luce in queste tenebre.
Lucchese Antonio