Assemblea Autoconvocata Firenze

RSS logo

Si ringrazia per l'ospitalita' l'associazione PeaceLink

PeaceLink

Raid al centro sociale Il Pozzo alle Piagge

Sono entrati di notte, hanno rubate le poche cose di valore che hanno trovato e lasciato la firma: un manganello inneggiante a Benito Mussolini
21 marzo 2009

Dalla comunità delle Piagge:

don Alessandro Santoro

E' successo nella notte tra giovedì e venerdì. Sono entrati, non sappiamo chi non sappiamo in quanti, per buttare all'aria il Centro sociale Il Pozzo delle Piagge, dove la comunità porta avanti le attività per chi abita il quartiere, dal doposcuola per i bambini ai corsi di alfabetizzazione per stranieri, dall'accoglienza al microcredito, dall'inserimento lavorativo alla casa editrice, dalla bottega del commercio equo fino alla redazione dell'Altracittà, il giornale che state leggendo.

Hanno rubato, hanno portato via le poche cose di valore - un computer, una stampante, uno stereo, i soldi della macchinetta del caffè - e poi hanno lasciato una firma inequivocabile: un manganello fascista inneggiante il Duce. Danni materiali, ma sopratutto morali e interiori, un amarezza forte ha preso tutte le persone che vivono il centro sociale il Pozzo, gli attivisti della Comunità, coloro che si sono affacciati per portare un gesto di solidarietà.
Aggiornamenti su http://www.altracitta.org/

Due messaggi di solidarietà fra i tanti:

Piena vicinanza fraterna e totale solidarietà alla Comunità di base delle Piagge.
La sua sede è, per propria scelta della Comunità, divenuta sia per la realtà delle Piagge, sia per Firenze un prezioso, qualificato ed aperto luogo d'incontro, di aggregazione, impegnato in attività di relazione per l'accoglienza e l'inserimento sociale.
E' un fondamentale punto di riferimento di grande e rispettoso ascolto e di azioni di sostegno rivolte ai settori più deboli ed esposti della società, a cominciare dai migranti.
Lo spregio di matrice fascista conferma ancora una volta come la vigilanza democratica debba intensificare e denunciare questi atti vandalici di pura viltà che, nel nostro territorio, e nella nostra regione, stanno preoccupantemente diffondendosi. In tal senso occorrerà pensare ad una mobilitazione contro questa sequenza di provocazioni e di minacce, volte ad intimidire quelle espressioni e quei luoghi operanti a difesa dei diritti e delle libertà.

Riccardo Torregiani
Responsabile regionale Immigrazione/Associazionismo PRC

Intrusione fascista, De Zordo: "La Comunità delle Piagge non è sola"

La Comunità delle Piagge - colpita dall'ennesimo atto fascista compiuto in Toscana - non è sola. Firenze è ancora una città antifascista è siamo certi che tutti coloro che credono nei valori sanciti dalla Costituzione sapranno stringersi intorno a tutte le persone che alle Piagge, giorno dopo giorno, mettono in pratica i principi sanciti dalla nostra legge fondamentale, scritta grazie alla Resistenza praticata contro i nazifascisti. Insegnare l'italiano agli stranieri, sperimentare nuove forme di credito, vendere prodotti che non sfruttano i lavoratori, impegnarsi per una città più giusta e solidale non vuol dire altro che praticare la democrazia. Per Unaltracittà esprime quindi la solidarietà umana e politica ad una delle esperienze più vitali e innovative in campo sociale sul nostro territorio e a stringersi intorno alla Comunità delle Piagge.

Comunicato stampa Per Unaltracittà
Lista di cittadinanza per le amministrative Firenze 2009
www.perunaltracitta.org - www.unaltracittaunaltromondo.it

 

Assemblea Autoconvocata Firenze - info (at) autoconvocata (dot) org - Informativa Privacy - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Privacy - Accessibilita' - Web standards