Commissione Europea

Stabilito il livello massimo per diossine e PCB nei mangimi e negli alimenti

19 febbraio 2006 - Olivier Turquet
Fonte: Good News Agency
http://www.goodnewsagency.org - 03 febbraio 2006

La Commissione Europea ha adottato il 3 Febbraio un nuovo regolamento legislativo che stabilisce i livelli massimi totali di diossine e degli analoghi policlorinati bifenili (PCB) nei mangimi e negli alimenti. Livelli massimi di diossine in alimenti di origine animale e in tutto il mangime per animali sono in vigore dal luglio 2002; però, per mancanza di dati e informazione scientifica sufficienti a quel tempo, non vennero stabiliti dei livelli per i PCB simili alla diossina. Dal 2002, nuovi dati sono stati disponibili per tali PCB, e il regolamento legislativo adottato oggi stabilisce limiti obbligatori per la somma dei livelli di diossine e PCB simili. Dal novembre 2006, ogni alimento o mangime in cui la presenza totale di diossine e PCB simili alla diossina superi questo livello limite, non potrà essere immesso sul mercato nell’UE.
La riduzione nella catena alimentare di elementi chimici persistenti come le diossine e i PCB simili alla diossina è un aspetto importante per difendere la sicurezza e la salute dei consumatori dell’UE. (…) Diossine e PCB sono sostanze chimiche tossiche che possono avere effetti gravi sulla salute, come cancro, squilibri ormonali, riduzione della capacità generativa, tossicità sulla pelle e disordini del sistema immunitario. Sono estremamente resistenti ad ogni processo di degrado, il che significa che persistono nell’ambiente e si accumulano nella catena alimentare. (…)
Dal 2002 sono disponibili nuovi dati sui PCB simili alla diossina, e il regolamento legislativo adottato oggi stabilisce limiti obbligatori per il livello totale di diossine e PCB simili, livelli basati sui fattori di equivalenza per queste sostanze dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Gli operatori di alimenti e mangimi hanno la responsabilità primaria di assicurare che i livelli massimi siano rispettati, mentre le autorità degli Stati Membri debbono effettuare controlli e riferirne i risultati alla Commissione, che intende rivedere ancora questi livelli massimi entro il 31 dicembre 2008 nell’ottica di ridurli ulteriormente in modo significativo.

Note: http://europa.eu.int/
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.18 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)