Francia

Illegali "per nucleare" i candidati alle presidenziali

secondo la denuncia del Partito Umanista al Consiglio Costituzionale
25 marzo 2007
Fonte: Buone Nuove, Parti Humaniste http://www.partihumaniste.fr - 21 marzo 2007

Nell’ambito della campagna per le elezioni presidenziali in Francia il Partito Umanista Francese sta intentando una azione legale presso il Consiglio Costituzionale chiedendo l’invalidazione della candidatura come Presidente della Repubblica di Nicolas Sarkozy, Jean-Marie Le Pen e Segolène Royal.
Nei fatti tutti e tre i candidati dichiarano nei rispettivi programmi essere loro intenzione sviluppare progetti di nuove armi nucleari. Ciò si oppone al Trattato di Non Proliferazione Nucleare (TNP) firmato dalla Francia nel 1992, il quale all’articolo 6 sancisce l’impegno delle Nazioni firmatarie in direzione del disarmo nucleare. Il trattato in oggetto venne confermato dalla Corte Internazionale di Giustizia nel 1996. E secondo la Costituzione Francese (suo articolo 5) il Presidente è il garante della applicazione dei trattati internazionali. Risulta evidente che, ancor prima di essere eletti, i tre candidati infrangono il diritto internazionale e la Costituzione Francese.
Al di là di quello che potrebbe essere l'esito dell’azione legale, il Partito Umanista Francese mira a portare all’interesse dell’opinione pubblica il fatto che la corsa agli armamenti nucleari è illegale.

Note: La notizia integrale sul sito del PH francese:
http://www.partihumaniste.fr/actualitesph/2007/index.phtml
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)