Marina di Grosseto

Duemila mani dicono “mai più la bomba”

A Marina di Grosseto duemila mani si sono unite per dire no alle bombe atomiche, per ricordare i morti del 6 Agosto 1945 a Hiroshima, per chiedere un futuro di pace e nonviolenza.
7 agosto 2009
Fonte: Pressenza, l'agenzia della pace e dei diritti umani
http://www.pressenza.org - 06 agosto 2009


Era una delle iniziative del Festival Umanista per la Pace e la Nonviolenza che si sta svolgendo a Marina di Grosseto fino al 9 Agosto.

Su tutto il litorale di Marina di Grosseto, sul bagnasciuga della spiaggia, alle 17 del 6 Agosto, le mani di un migliaio di persone, secondo le stime degli organizzatori, si sono strette mentre uno striscione che ricordava il sito della marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza scorreva di mano in mano.

L’iniziativa si svolge in contemporanea con centinaia di iniziative simili in tutte le parti del mondo, ugualmente tese a ricordare i morti di Hiroshima e a chiedere che mai più si ripeta un fatto simile in futuro.

“Il pericolo di un evento nucleare è un pericolo reale – ha dichiarato Paola Poggi, portavoce della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza in Toscana – anche se sottovalutato dai potenti. Mobilitarsi perché gli arsenali militari vengano smantellati è il primo obiettivo che perseguiamo nelle nostre attività della Marcia Mondiale”.
La Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza lanciata dal Movimento Umanista che partirà il prossimo 2 Ottobre da Wellington (Nuova Zelanda) e percorrerà 100.000 km per concludersi ai piedi dell’Aconcagua (Argentina) il 2 di Gennaio.

Maggiori info:

http://www.festivalnonviolenza.net

http://www.marciamondialetoscana.org

http://www.marciamondiale.org

Note: le foto dell'evento:

http://www.festivalnonviolenza.net/index.php?option=com_phocagallery&view=categories&Itemid=5
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)