FinestraSud

I 37 Naufraghi sbarcati dalla CAP Anamur sono per la maggiorparte Sudanesi

Comunicato CAP Anamur

I Missionario Comboniano P. Cosimo Spadavecchia smentisce quanto affermato dai dai telegiornali a riguardo dei 37 Naufraghi sbarcati dalla CAP Anamur.
13 luglio 2004
P. Cosimo Spadavecchia
Fonte: Missionari Comboniani

COMUNICATO

I telegiornali (Tg1 e Tg2) di questa sera hanno annunciato che i 37 naufraghi sbarcati questa mattina dalla nave “Cap-Anamur” non sono, per la grande maggioranza, sudanesi di origine.
Personalmente sono stato sulla nave “Cap – Anamur” da sabato mattina 10/7 fino al primo pomeriggio di oggi, lunedì 12/7.
In questi tre giorni ho potuto costatare che i profughi presenti sulla suddetta nave sono per la maggior parte sudanesi di origine. Le prove sono le seguenti:
1) Dal loro modo di salutarsi al mattino e alla sera.
2) Dal modo con cui hanno pregato, sia i musulmani come i
cristiani.
3) Dai loro stessi nomi.
4) Dalle loro reazioni alla situazione disperata, che rivela la
loro provenienza da situazioni di guerra.
5) Da come mi hanno seguito quando parlavo con loro, sia in
lingua araba che in lingua inglese.
Menziono che sono stato, come missionario, in Sudan 18 anni (soprattutto all’Ovest) e per altri 18 anni sono stato tra i profughi sudanesi (provenienti dal Nord, Sud, Est, Ovest Sudan) in Egitto.

P. Cosimo Spadavecchia, mccj
Missionario Comboniano

Si Comunica che questa sera Mrtedì 13 luglio alle ore 18: 30 ci sarà un sit-in di preghiera davanti al CPT di Agrigento (S. Benedetto) e contemporaneamente un sit-in di preghiera davanti alla prefettura organizzato da diverse associazioni e dai Missionari Comboniani. Ora sono in corso trattative sulla sorte di questi Rifugiati

Note: vedi anche:
Cap Anamur: Denunciamo fermamente quanto sta avvenendo
http://italy.peacelink.org/finestrasud/articles/art_6040.html
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)