M.I.R.

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Gallerie Fotografiche

Basta schiaffi ai giovani, diamo un futuro al Servizio Civile Nazionale

14 marzo 2011 - Paolo Candelari
Il MIR si unisce a CNESC, Pax Christi e tante altre associazioni che si occupano dio Servizio civile nel denunciare la sistematica azione di boicottaggio che il governo sta attuando nei confronti del Servizio Civile, e invita tutti i suoi soci ed amici ad aderire alla petizione  “Basta schiaffi ai giovani, diamo un futuro al Servizio Civile Nazionale” , per garantire un futuro certo al Servizio Civile Nazionale.
La petizione chiede al Governo di invertire quella tendenza che ha fatto si che negli ultimi 5 anni i finanziamenti statali siano diminuiti di oltre il 60% e alle Regioni di concretizzare la loro richiesta di maggiore ruolo con significativi finanziamenti aggiuntivi. “C’è il rischio che si vada a chiudere una esperienza di quaranta anni di impegno civico e di storia di pace”, dichiara Primo Di Blasio presidente della Cnesc.
 
“Basta schiaffi ai giovani” è uno slogan forte, come la loro voglia (che fa fatica ad emergere) di crescere, di impegnarsi, di mettersi al servizio del bene comune”, dichiara Andrea Olivero, presidente delle Acli e portavoce del Forum Terzo Settore.
 
Con la petizione si chiede al Governo che stanzi le risorse necessarie all’avvio di almeno 40.000 giovani su base annua ed alle Regioni e Province Autonome che prevedano, come già fatto da alcune, propri stanziamenti aggiuntivi, utili ad incrementare ulteriormente il numero di giovani coinvolti. Si chiede inoltre che siano chiaramente stabilite per legge le finalità di educazione alla pace e alla cittadinanza attiva e di  apprendimento di concrete capacità pratiche previste dall’istituto del servizio civile nazionale.
Note:

Per aderire seguire il seguente link
http://www.cnesc.it/index.php/firma-la-petizione.html