Diritti Animali

Affollata la conferenza sull'alimentazione tenuta da un esperto

Cibo, una scelta consapevole

Riportiamo il resoconto di questa conferenza con l'invito, a chi volesse
organizzarne una analoga nella propria citta', a scrivere a
info@SaiCosaMangi.info
20 febbraio 2004
Marina Berati

Dalla Gazzetta di Parma del 13-2

Una conferenza volutamente provocatoria, ma basata su accurati studi
scientifici, è stata quella presentata in una biblioteca mai così
affollata dal chimico ed esperto di valutazione dell'impatto ambientale
Massimo Tettamanti. L'incontro, promosso dall'associazione «S.O.S.
Angels» in collaborazione con il Comune di Salso, è stato introdotto
dall'assessore alla Cultura Maurizia Bonatti, che si è detta «felice di
aver avuto la possibilità di conoscere tanti giovani che fanno opera di
volontariato in favore degli animali che soffrono».

«I dati che ho raccolto in questi anni mi hanno lasciato letteralmente
sconvolto» ha preannunciato il varesino Tettamanti. Un recente studio
scientifico, realizzato negli Stati Uniti, ha infatti dimostrato che le
cause dei tumori sono da attribuire per il 30% all'uso di tabacco e per
il 35% ad un tipo di alimentazione sbagliata, caratterizzata da un
eccessivo consumo di carne. Dati come questi ci dicono che quasi l'80%
dei tumori possono essere prevenuti grazie a scelte personali responsabili».

«In America - ha continuato l'esperto varesino- per produrre 21 milioni
di tonnellate di carne, latte e uova vengono usate 145 milioni di
tonnellate di cereali e di soia, che equivalgono a ben 124 milioni di
tonnellate di cibo vegetale sprecato, ossia una quantità di cibo
sufficiente per nutrire tutti gli esseri umani della terra per un intero
anno. Circa 2/3 delle terre fertili del pianeta vengono utilizzate per
coltivare (con l'uso indiscriminato di pesticidi e fertilizzanti)
cereali e legumi per gli animali. Ma per produrre cinque chili di carne
bovina, serve la quantità di acqua che una famiglia americana consuma in
un intero anno. Il 70% dell'acqua nel mondo viene impiegato per
l'agricoltura e la zootecnia, cosicché nel West americano i grossi fiumi
sono diventati ruscelli. Questo vuol dire che il nostro pianeta non può
reggere a questo tipo di consumismo».

Davide Cabassa

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)