Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

Preghiera di un soldato senza confine

Preghiera di un soldato

25 novembre 2005

Mi rivolgo a te mio Signore
ti prego fai sparire questo dolore
quando diventai soldato
non sapevo che il mondo era così malato.
Le lacrime che bagnano il terreno
e su questa terra non spunta mai il sereno
Signore ti prego aiutami tu
fai ritornare sul mondo il blu.
Sono cresciuto con i valori umani
ma ora non credo più a un domani
Signore aiuta me e questa gente
che in questa guerra non centriamo niente.
Aiuta il soldato che muore
che non vedrà mai più il sole
aiuta le donne che piangono un parente
non fare mai che lo sguardo di un bambino sia assente.
I cannoni tuonano
le bombe cadono
i fucili sparano
i soldati muoiono.
Signore fai che questa guerra possa finire
in modo che si torni presto a sperare
fai tornare il sorriso sui bambini
facci tornare tutti più infantili.
Signore io sono un soldato
soldato di una guerra che non volevo
non volevo sparare e uccidere
volevo un altro giorno per morire.
Non volevo lottare per l’oro nero
ma combattere per un pensiero
per la pace che più non vedo
per la libertà a cui più non credo.
Signore volevo un’ altro giorno per morire
e avere il tempo di poterti pregare
non volevo sparare e uccidere
volevo un altro giorno per morire.
Di un altro colore è la divisa che porto
ma per tutti è uguale l’espressione del volto
ragazzi che avevano una vita da vivere
hanno vissuto questa guerra che li ha fatti morire.
Signore io sono un soldato
soldato di una guerra che non volevo
e adesso che smetto di sparare e uccidere
speravo in un altro giorno per dover morire.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)