Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

Al via il Festival di cortometraggi TARANTO IN SHORT

Il sogno di un ragazzo tarantino... è un "THRILLER"

6 settembre 2014
Anna Lucia Carrera

"THRILLER" è il titolo del cortometraggio che ieri sera, 5 settembre 2014, è stato premiato alla fine della prima serata del Festival "TARANTO IN SHORT".  Un evento organizzato da un gruppo di giovani, tra cui il regista e attore tarantino Andrea Simonetti, nella suggestiva e stupenda cornice del Castello Spagnolo. Ed è proprio un giovane, anzi un giovanissimo, il protagonista di "THRILLER", il cortometraggio del regista Giuseppe M. Albano, che è stato giudicato il migliore tra i cinque corti proiettati. "THRILLER", nonostante il titolo, è la realizzazione di un sogno: un ragazzo di Taranto vuole ballare come il suo idolo, Michael Jackson. E il suo sogno... sembra che si possa realizzare, ma all'improvviso... l'ILVA impedisce che il sogno del ragazzo si realizzi. Però alla fine, paradossalmente, il ragazzo riesce a realizzare il suo grande sogno... proprio "grazie" all'ILVA! Un film che lancia un importante e positivo messaggio: non si deve mai perdere la speranza che i propri sogni prima o poi si realizzino! Perchè i sogni... si possono realizzare anche nei momenti più impensati e in seguito alle situazioni più infelici della vita. La giuria, composta da Alessandro Marescotti, Francesco Casula e Gaetano Colella, ha riconosciuto anche la bellezza del cortometraggio "FLORES PARA AMALIA", premiandolo con una menzione speciale. In questo corto, diretto dal regista spagnolo Nani Matos, i protagonisti sono "meno giovani": Alfonso e Amalia, marito e moglie, vivono in una casa di riposo. In seguito ad un malore di Amalia, Alfonso decide di portare la sua cara moglie a vedere il mare, un desiderio che Amalia conservava nel suo cuore da tanto tempo. E quando, finalmente, raggiungono il mare... Alfonso coglie dei fiori selvatici che dona alla sua cara e amata consorte. Una commovente e tenera storia d'amore di due persone "meno giovani", che ha strappato un forte e lungo applauso(forse il più forte e più lungo)da parte del numeroso pubblico presente nella sala del Castello Spagnolo. Belli e interessanti anche gli altri tre cortometraggi. "SECOND WIND" del regista russo Sergey Tsyss, è la dimostrazione di un incubo ad occhi aperti che facciamo spesso tutti noi che siamo sensibili verso l'ambiente: un mondo pieno di metalli e di plastica. "PICCOLA STORIA DI MARE" del regista Dario Di Viesto, racconta la storia di un malato e non più giovane pescatore che, prima di morire... decide di salvare la vita ad un piccolo pesce. "CORSO DANTE", corto del regista Gianni Saponara, dove il "protagonista" racconta la sua vita... durante il suo funerale. Mentre il carro funebre si avvia verso Corso Dante, la strada che conduce al cimitero, dalla voce del "protagonista" si evince una sorta di pentimento per le malefatte della sua vita politica. Un pentimento "post mortem" che dimostra che non è mai troppo tardi... per pentirsi! Questi sono i cinque cortometraggi presentati nella prima serata del Festival, relativi alla Sezione AMBIENTE E MARE. Un Festival... partito decisamente alla grande!   

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)