Disarmo

RSS logo

Mailing-list Disarmo

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Disarmo

...

    Sicurezza per la popolazione dell'isola di La Maddalena

    10 dicembre 2003 - Giancarlo Nonis

    Il Piano Nazionale delle misure protettive contro le emergenze radiologiche, ovvero gli Schemi di procedure operative emanato nel luglio 1996, è l'applicazione della legge 230 del 1995. Dalla chiusura delle esperienza dell'energia elettrica prodotta con le centrali elettronucleari, noi italiani non ci siamo più preoccupati più di tanto. noi sardi perdipiù non avendone siamo vissuti tranquilli, fino al paventato invio delle scorie, cosa prelatro non scongiurata del tutto. Ma è stato l'incidente accaduto al sommergibile americano mentre navigava in immersioner presso l'approdo USA dell'isola di S.Stefano. Il sommergibile Hartford, propulsione nucleare e armato dai missili Cruise-Tomahawak ha risvegliato il timore tra noi sardi (ma non troppo) del disastro nucleare. C'è da notare come ad esempio durante la guerra Argentina-Inghilterra che i natanti erano tutti forniti di armamento nucleare, I nostri (si fa per dire) sommergibili US Nvy definiti hunter killer sono pronti all'attacco e dunque hanno un numero di 12 missili armato con ogive da 200 kilotoni, ovvero 200 volte la potenza distruttiva della prima bomba A fatta esplodere su Hiroschima nel 1945 ed inoltre hanno le ogive ad uranio impoverito da 250 o 400 kg. Ma tornando alla legge 230 sono molto interessanti gli articoli del Capo X riguardanti la costituzione del CEVAD ovvero del Cantro di elaborazione e valutazione dati e i successivi articoli inerwenti l'obbligo di informazione costante della popolazione. Dovrebbe esistere anche una Commissione permanente per l'informazione sulla protezione contro i rischi da radiazioni ionizzanti. Chissà se Lor Signori si presenteranno a questo appello, dato che i dati sulla radioattività della Maddalena sono pubblici nel sito dell'ANPA, ma in Sardegna nessuno li conosce, e d'altronde nel 1999 questi dati costituiti da ben 2 prelievi nell'acqua del mare maddalenino sono inferiori a quelli di Cesenatico. Meditiamo profondamente a si biri in paris Giancarlo

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)