Latina

RSS logo

Mailing-list Latina

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Latina

...

    Nicaragua: 1° Maggio nel segno della continuità dei programmi sociali

    Ministero del lavoro annuncia piano strategico per la sicurezza sul lavoro
    3 maggio 2011 - Giorgio Trucchi

    1 Maggio a Managua (Foto G. Trucchi)

    La Giornata internazionale dei lavoratori e delle lavoratrici a Managua - commemorata come negli ultimi anni qualche giorno prima - si è svolta nel segno della continuità dei programmi sociali del governo sandinista.
     
    Fin dalle prime ore del pomeriggio, decine di migliaia di persone hanno invaso la Piazza delle Vittorie, lungo la centrale Carretera a Masaya, e hanno atteso pazientemente il discorso del presidente Daniel Ortega. Una grande quantità di giovani ha cantato, ballato e innalzato le caratteristiche piramidi umane, in un clima di festa popolare e di partecipazione politica.
     
    Durante l'attività che si è protratta per circa due ore, il presidente Ortega ha annunciato che il suo governo continuerà con i programmi sociali iniziati nel 2007 e con i sussidi al settore energetico e trasporti. Tra i principali programmi ha segnalato il Programma produttivo alimentare (Fame Zero), quello di microcredito per le donne (Usura Zero), Strade per il popolo e Case per il popolo, così come il Programma alimentare scolastico, Alimenti a prezzo giusto e il Buono Solidale.
     
    Quest'ultimo, istituito il Primo Maggio dello scorso anno, non solo verrà garantito per tutto il 2011, ma il suo importo verrà aumentato da 530 a 700 cordobas al mese (circa 32 dollari) per oltre 155 mila dipendenti pubblici e persone della terza età che non hanno versato i contributi sufficienti per ottenere una pensione.
     
    Secondo fonti governative, durante i quasi cinque anni di governo (2007-2011), il Programma Fame Zero ha beneficiato quasi 70 mila famiglie, si sono creati quasi 800 nuclei di donne organizzate in gruppi associativi, che coinvolgono oltre il 65 per cento delle beneficiate dal programma stesso. Si è creato un fondo rotativo di quasi 1 milione di dollari.
     
    Il Programma Usura Zero, invece, ha beneficiato più di 140 mila donne con credito in 18 dipartimenti e in 143 dei 153 municipi del Paese. Più di 85 mila beneficiarie hanno formato quasi 21 mila gruppi associativi. Con il Programma alimentare scolastico è stato garantito a circa un milione di studenti la “merenda” per tutto il 2010, permettendo una migliore alimentazione, apprendimento e la diminuzione dell’abbandono scolastico.

    Il Programma Settoriale di Sviluppo Rurale, che opera nel campo del miglioramento della tecnologia agricola per piccoli e medi produttori, ha beneficiato circa 60 mila famiglie. Ad altre 80 mila verrà inoltre garantita la capacità di aumentare il proprio rendimento agricolo grazie al Programma di sicurezza e sovranità alimentare e nutrizionale. In campo energetico, il governo prevede che, entro il 2016, il 96 per cento dell’energia prodotta sarà a base di fonti rinnovabili. Il sussidio garantito dal governo ha inoltre permesso un forte sconto sulla bolletta per tutti i cittadini che consumano meno di 150 Kw al mese, che rappresenta più del 70 per cento delle famiglie.

    Sono inoltre stati consegnati più di 90 mila titoli di proprietà e altri 40 mila verranno consegnati quest'anno. Il sussidio al trasporto collettivo (autobus) e selettivo (taxi) ha infine evitato l'aumento del prezzo delle corse.

    "Abbiamo ancora tanta strada da fare. In Nicaragua c'è ancora tanta povertà. Dobbiamo andare avanti con i nostri programmi, renderli ancora più incisivi e lo potremo fare anche grazie a questo spazio di giustizia che è l'ALBA. Sapremo andare avanti, superando gli ostacoli, scalando montagne e conquistando nuove vittorie", ha concluso Ortega.
     
    Piano strategico per la sicurezza sul lavoro
     
    Durante la Giornata internazionale per la sicurezza sul lavoro (28/4), il Ministero del Lavoro (Mitrab) e il Consiglio nazionale d'igiene e sicurezza sul lavoro hanno reso noto l'inizio dell'elaborazione di un piano strategico nazionale quinquennale (2011-2015), che si prefigge il rafforzamento del lavoro istituzionale e regolatorio, la promozione dell'igiene e la sicurezza sul lavoro e il lavoro formativo ed educativo a tutti i livelli.
     
    "Ci proponiamo anche di rafforzare la relazione tra lavoratori organizzati e datori di lavoro, affinché si crei una cultura del rispetto delle norme previste dalla Legge generale d'igiene e sicurezza del lavoro, e un cambiamento reale su questo tema", ha spiegato Francisco Baltodano, direttore d'igiene e sicurezza del lavoro del Mitrab.
     
    "Durante questa Giornata internazionale raccoglieremo le proposte di tutti gli attori coinvolti. Abbiamo fatto molti passi in avanti. Abbiamo aumentato le ispezioni, la creazione di Commissioni miste nei luoghi di lavoro. Abbiamo diminuito del 10 per cento gli incidenti sul lavoro e del 7-8 per cento le malattie professionali, ma dobbiamo fare di più.
     
    Questo Piano strategico nazionale servirà per andare oltre, perché lavorare in un ambiente sicuro è vitale", ha concluso la ministra del lavoro, Jeannette Chávez.

     

    Galleria di foto

    Note:

    © (Testo e Foto Giorgio Trucchi - Lista Informativa "Nicaragua y más" di Associazione Italia-Nicaragua - www.itanica.org )

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy