Consumo Critico

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Il caso Charlie Gard
    Una riflessione critica

    Il caso Charlie Gard

    Charlie Gard è un neonato di dieci mesi ricoverato a Londra per una rara malattia che, secondo i medici inglesi, non può esser curata. Su decisione della High Court britannica Charlie morirà perché qualsiasi altro tentativo di tenerlo in vita sarebbe puro accanimento terapeutico. Sono mamma di un bambino che è stato in una situazione simile. Gemello nato troppo piccolo, complicazioni estremamente gravi. Coma. Danni che sembravano irreparabili, medici che consigliavano per mesi di non alimentarlo più, tutti tranne una neonatologa che con me ci ha creduto, che ha sperimentato una cura assolutamente nuova e che reinventava ogni giorno seguendo un protocollo che non esisteva ancora.
    1 luglio 2017 - Antonia Battaglia
  • Ecodidattica Kids
    Scuola primaria

    Ecodidattica Kids

    Una versione per i più piccoli, molto orientata verso la dimensione laboratoriale del fare
    10 giugno 2016 - Alessandro Marescotti
  • Alice nel paese dei diritti
    GAIA, Periodico dell'Ecoistituto del Veneto "Alex Langer", propone la Recensione:

    Alice nel paese dei diritti

    Libro di MARIO LODI, DANIELE NOVARA, PIA VALENTINIS
    EDIZIONI SONDA, 2013
    6 novembre 2014 - Laura Tussi
  • Kika
    Un'emittente tedesca dedicata solo ai bambini

    Kika

    Mi auguro che un giorno la rivoluzione culturale che dovrà pur avvenire nel nostro Paese possa riguardare anche i bambini, esseri che hanno pur diritto alla cultura, all'informazione, a non esser rincretiniti da pubblicità oppressive di giocattoli e biscotti, atte a creare bisogni che non esistono
    15 settembre 2014 - Antonia Battaglia

Pannolini lavabili: gioie e dolori

Poiche' passare ai pannolini lavabili non e' cosi' semplice, indicazioni pratiche e consigli di chi ci e' riuscito con successo
1 settembre 2007
Fonte: Numerosi interventi all'interno della lista di discussiona Gruppi di acquisto Solidale

http://www.provincia.fe.it/ecoidea/eco-vetrine/vetrina.asp?Id=9
Qui intanto ci sono varie indicazioni, l'elenco di alcune Ditte che vendono
pannolini su internet e un forum di mamme che già utilizzano i pannolini;
se abitate vicino a Ferrara potete venire allo Sportello Ecoidea
( non è pubblicità, è un servizio pubblico...) per vederli e toccarli, noi spieghiamo come funzionano e vi diamo un po' di
materiale.

Altre info interessanti su "bambini e ambiente " in questa Guida:
http://www.provincia.fe.it/ecoidea/collana_guide/default.asp
che possiamo anche spedirvi per posta senza alcuna spesa.
Auguri!
Alida

Sportello Ecoidea
ecoidea@provincia.fe.it
www.provincia.fe.it/ecoidea

Vi posso riportare la mia esperienza di madre di tre figli.
A mio avviso la soluzione migliore per fasciare un bambino è questa che richiede tre pezzi ogni volta:
1. un "ciripà", in toscana detto "sorriso" (è quel pannolino lungo con due lacci cjìhe si allaccia sulla pancia del bambino
2. una garza ripiegata al triangolo che va posta all'interno del ciripà cioè a contatto con la pelle del bambino.
3. una mutandina impermeabile esterna per non far passare il bagnato. La migliore, a mio avviso, si trova sul catalogo dei piccolissimi ed è quella in microfibra, fine, senza chisure (è leggera morbida siasciuga in un attimo ed è praticamente indistruttibile).
4. C'è un quarto elemento da mettere la notte fra il triangolo e la pelle un pannetto da ripiegare in tre e da mettere fra le gambe del bambino. In questo modo si può mettere il pannolino anche la notte, senza che esca un goccio di pipi.

Questa dei pannolini di stoffa è un'ottima idea, non pubblicizzata ma si risparmia molto, fa bene al bambino ed evita quelle bombe ecologiche che sono i pannolini usa e getta.

Certo c'è da fare una lavatrice ogni 4-5 giorni, stendere, ritirare, ma c'è una gran soddisfazione.
Elena

Noi li usiamo per nostra figlia.
usiamo i Popolino.
Va abbastanza bene a parte un episodio di candidosi insorto per il fatto
che i pannolini lavabili non isolano dal bagnato e vanno cambiati piu'
spesso (2 ore , 3 ore al massimo).
Abbiamo risolto con applicazioni di canesten su prescrizione del
pediatra e lavando sempre con il canesten o con altro funghicida i
pannolini (probabilmente sarebbe bastato lavarli a 90 gradi).
Contrariamente a quanto tutti ci avevano fatto temere il lavaggio dei
pannolini non e' cosi' stressante , almeno per ora che la bimba non ha
ancora svezzato.

Se ne vuoi sapere di piu' prova ad iscriverti a

http://it.groups.yahoo.com/group/pannolinilavabili/

I popolino non sono l'unica opzione di pannolini lavabili e se ne vuoi
sapere altre li ne discutono in continuazione.
Ivano

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)