Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

"Se questa e' vita" di Suad Amiry - Feltrinelli -

Suad Amiry e' una donna palestinese cresciuta fra Amman, Damasco, Beirut e Il Cairo, ha studiato architettura presso l'Universita' americana di Beirut e l'Universita' del Michigan, ed ha poi conseguito un dottorato di ricerca presso l'Universita' di Edimburgo. Dal 1981 insegna all'Universita' di Birzeit e cerca di vivere a Ramallah.
5 aprile 2005

Suad in questo suo libro-diario narra la quotidianita' palestinese con una buona dose di ironia e senso pratico, ma non senza dolore per un'occupazione che dura ormai da troppo tempo e per un muro che, come la maggior parte dei trecentoventi checkpoint, nulla ha a che fare con la sicurezza di Israele. Un muro che non separa Israele dalla Palestina, ma separa i palestinesi dalla Palestina!
Vivere a Ramallah e' difficile, tutti i diritti di ogni singola persona vengono violati ogni giorno e ogni notte; i villaggi vengono spianati con i bulldozer, le case demolite e gli ulivi sradicati; eppure Suad cerca di vivere nel migliore dei modi e cerca di raccontare a noi la sua vita fatta di tanti piccoli e grandi "contrattempi". Ci narra di suo marito, di sua suocera ultranovantenne, dei suoi vicini di casa, dei suoi parenti e dei suoi amici, di soldati dei checkpoint, di funzionari israeliani, di spie e "collaboratori" e di cani...

Per chi ha la carta d'identita' di Ramallah e' illegale vivere a Gerusalemme; puo' accadere che sia piu' facile per un cane ottenere un passaporto di Gerusalemme che non per un essere umano; questo e' accaduto ad esempio a Nura, il cane di Suad, che dopo una vaccinazione a pagamento in un ambulatorio veterinario israeliano ha ottenuto il passaporto di Gerusalemme; cosi' il cane, in teoria, puo' passare liberamente dai checkpoint mentre per Suad e la sua automobile ci vogliono due diversi tipi di permessi e lunghe attese. Percio', l'unica possibilita' che resta a Suad e' quella di spiegare al soldato del checkpoint che lei e' l'autista di un cane di Gerusalemme e che il cane non puo' guidare da solo, per questo lei gli fa da autista...

Articoli correlati

  • L’attivismo per la Palestina
    Palestina
    Un popolo distrutto dallo strapotere di un governo occupante e criminale

    L’attivismo per la Palestina

    Gaza vive ancora grazie a questo Mosaico di Pace attivista e alle tante associazioni filopalestinesi che spendono e dedicano la vita a una causa nobile come è la sopravvivenza ed esistenza del popolo palestinese e di tutti i popoli del mondo, nel filo rosso dell’amore per l’umanità intera
    2 giugno 2020 - Laura Tussi
  • Come i Palestinesi vedono la guerra siriana
    Palestina
    I Palestinesi sono ora convinti che la loro causa non sia una priorità dell’opposizione siriana

    Come i Palestinesi vedono la guerra siriana

    Un sondaggio del settembre 2012 rilevò che quasi l’80% degli intervistati in Cisgiordania e Gaza sostenevano i manifestanti e l’opposizione siriana. Ma nel corso degli anni, quando la rivolta siriana si trasformò in un sanguinoso conflitto settario, le posizioni iniziarono a cambiare.
    Adnan Abu Amer
  • Parlamento tedesco: protesta contro la mozione anti-BDS 
    Palestina
    Berlino. Si chiede al governo tedesco di lottare contro razzismo e apartheid

    Parlamento tedesco: protesta contro la mozione anti-BDS 

    Il BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni) è il movimento globale nonviolento composto da attivisti palestinesi, israeliani e persone della società civile il cui scopo è di perseguire la piena uguaglianza in termini di libertà, giustizia e dignità nella terra Palestina e Israele
    13 luglio 2019 - Francesco Barbati
  • Proseguono gli scioperi della fame dei prigionieri palestinesi
    Palestina
    Articolo di Alessandra Mincone da Nena News

    Proseguono gli scioperi della fame dei prigionieri palestinesi

    Dalla prigione di Ashqelon a quella di Damon i detenuti palestinesi, donne e uomini, portano avanti questa forma di protesta che riesce a frenare abusi e restrizioni attuate dalle autorità carcerarie israeliane
    10 luglio 2019 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)