Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

Vorrei un presepe grande così

22 dicembre 2005

Vorrei un presepe grande così
sopra l'erba dei campi
erba vera e dura come il ghiaccio
di questi mesi freddi
e con personaggi di gente vera
che assomigliano tanto a voi e noi

A chi ha i problemi suoi
a chi viaggia pendolare
a chi alla fine del mese
non trova denaro in tasca.

Vorrei un presepe grande così
con la lunga fila degli stranieri
multicolori umani in attesa di un visto
per arrivare alla capanna

assieme a chi per uno strano miracolo
aprono le grate delle celle
prigionieri liberi per una notte, per arrivare quassù.

Vorrei un presepe grande così
con i campi sterminati e freddi ma pieni di persone
che scaldano a fiato le mani intirizzite

e pazienti aspettano
riaprire il cuore
a una speranza di amore o anche solo di calma
dentro di sé.

Vorrei un presepe grande così
con i grandi del mondo fatti piccini
e tranquilli rientrare nel mondo di tutti fatto di persone

lontani dal potere dal denaro
e da tutte quelle cose che fanno ostacolo
e nebbia nel nostro sentiero di vivi.

Vorrei un presepe grande così
dove alla fine chi arriva alla capanna
ricco riparte
di certezze finora inevase, sorrisi come dono

e della strada lunga, abbracciati l'un l'altro
ricordando per uno strano miracolo
esistere ancora, e per tutti
una speranza che non muore.

Note: N.B. Dedicato (ovviamente) a tutti gli "sfigati" del mondo (la quasi totalità del genere umano!)...
E ringraziando Nadia che da un suo intervento in redazione mi ha impresso l'idea iniziale di presepe "vivente" così concepito...
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)