Ecodidattica

Lo stato di salute della Puglia

Analisi delle cause di decesso in Puglia

Gli open data ed l'elaborazione statistica statistica hanno consentito questi risultati
23 marzo 2018
Antonello Russo

PUGLIA 2012-2015 - ANALISI STANDARDIZZATA PER ETA' DELLE CAUSE DI DECESSO

Introduzione

Lo studio e' stato condotto, su richiesta della associazione Peacelink di Taranto e della Associazione Salute Pubblica di Brindisi, in completa autonomia; le opinioni ed i risultati sono pertanto ascrivibili esclusivamente all'autore.
Sono analizzate nel periodo 2012-2015 le cause di decesso e la mortalità generale della popolazione residente in Puglia, attraverso i dati ISTAT, al fine di fornire gli specifici eccessi/difetti di mortalita', per genere e per l'intera popolazione, dei residenti nella Regione Puglia e nelle sue province, con standardizzazione per classi d'eta' verso il riferimento nazionale.

Materiali

La fonte dati e' Istat (www.dati.istat.it); dal pubblico data warehouse Istat sono stati estratti:  
• i dati della popolazione residente ad inizio anno per sesso e fasce d'età (dal 01/01/2012 al 01/01/2016) per Italia, Regione e Province; 
• i dati annui, per territorio di residenza, dei decessi per causa di morte a livello provinciale e regionale, distinti per genere, relativi al periodo dal 2012 al 2015; 
• i dati annui, per territorio di residenza, dei decessi per causa di morte italiani per il periodo dal 2012 al 2015, per sesso e per classi d'età (0;1-4; 5-9;10-14; … ; 95+).
La standardizzazione per eta' con riferimento italiano si basa dunque, complessivamente, su 2.443.595 decessi occorsi fra i cittadini residenti nel territorio italiano nel periodo 2012-15 per i quali sono state acquisite le informazioni su causa di decesso, fascia d'eta' e genere attraverso il portale Istat.

 

Clicca qui per vedere l'intera ricerca.

Articoli correlati

  • “Basta armi al colonialismo”: il business israeliano e la cooperazione con l'Italia
    Disarmo
    Le iniziative del movimento BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni)

    “Basta armi al colonialismo”: il business israeliano e la cooperazione con l'Italia

    L’accordo per la cooperazione scientifica e tecnologica si integra con quello specificamente militare poiché le armi sono sempre più legate allo sviluppo dell’intelligenza artificiale e alla robotica
    31 marzo 2019 - Rossana De Simone
  • Cittadinanza
    Riflessioni sul corso di formazione dei docenti alla cittadinanza globale

    Matematica e cittadinanza attiva

    Nella scuola dobbiamo restituire priorità agli strumenti della logica e della analisi ed usare gli strumenti matematici per interpretare correttamente la realtà e avere consapevolezza critica dei dati che ci vengono comunicati.
    27 settembre 2017 - Marinella Marescotti
  • Disarmo
    Approvata il 4 luglio 2017

    Puglia, mozione per il disarmo nucleare

    Il Consiglio Regionale della Puglia impegnano il Presidente della Regione e la Giunta regionale a richiedere al Governo nazionale di rispettare il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari e, attenendosi a quanto da esso stabilito, a porre in essere iniziative finalizzate alla rimozione da parte degli Stati Uniti d’America di qualsiasi arma nucleare dal territorio italiano e alla loro rinuncia a installarvi i nuovi ordigni B61-12 e qualsivoglia altra arma nucleare.
  • Taranto Sociale
    Referendum del 17 aprile 2016

    Elenco soggetti autorizzati a designazione rappresentanti lista per la Puglia e alcuni strumenti per spiegare le ragioni del SI

    Gli studenti fuorisede e i lavoratori in trasferta possono votare se sono nominati rappresentanti di lista
    12 aprile 2016 - Fulvia Gravame
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.20 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)