Ecodidattica

Piantare alberi come proposta educativa

Creare un parco diffuso per assorbire l'inquinamento

Sostenere l’interesse e l’impegno nel quadro della lotta nonviolenta produce risultati concreti e tangibili e risolve il problema della sfiducia dei giovani nella politica, trasformandoli da persone recriminanti e disinteressate a persone attive per la risoluzione dei problemi attuali.
7 luglio 2021
Marco Flace (Servizio Civile Universale)

Piantare alberi

La nostra proposta per Taranto è di istituire un parco diffuso (piantare alberi da seme), in modo da assorbire l'inquinamento e trasformarlo in composti organici non dannosi per gli esseri viventi. Molto importante è portare all'attenzione pubblica la possibilità di alberare, perché questa soluzione ottima, spesso nel dibattito pubblico, scivola sempre in secondo piano, di fatto nel dimenticatoio. Il tutto, compreso un paio di possibili attuazioni, viene spiegato nei documenti PDF allegati, però ciò non toglie che si possono fare anche bei progetti regionali, statali o europei.

Il Servizio Civile Universale con l’integrazione di questa iniziativa virtuosa diventa quello strumento di cui i giovani hanno bisogno per risolvere i problemi attuali attraverso la diffusione di una nuova cultura e formazione nel campo della nonviolenza ben descritta dal premio Nobel per la pace prof.ssa Wangari Maathai: “Sono giunta alla conclusione che quando l'ambiente viene distrutto, saccheggiato o mal gestito, noi miniamo la nostra qualità della vita e quella delle generazioni future. […] Inoltre, piantare alberi è semplice, raggiungibile e garantisce risultati rapidi e di successo entro un ragionevole lasso di tempo. Ciò sostiene interesse e impegno. […] L'attività crea anche occupazione e migliora i terreni e i bacini idrografici”.

Sostenere l’interesse e l’impegno nel quadro dell’esplorazione di nuovi orizzonti della lotta nonviolenta che produce risultati concreti e tangibili da chiunque è l’elemento fondamentale che risolve il problema della sfiducia dei giovani nella politica ecc. trasformandoli da persone recriminanti e disinteressate a persone attive all’interno del processo di risoluzione dei problemi attuali e relativa crescita del territorio, obiettivi che si prefigge di raggiungere il Sottosegretario Vincenzo Spadafora con il Servizio Civile Universale.

Alla luce di tanto emerge la necessità di implementare anche in Italia l’applicazione dei metodi rilevatisi di grande successo soprattutto nella pratica integrandoli con quanto già previsto, al fine di realizzare la motivazione della proposta di piantare alberi.

Allegati

  • Proposta

    204 Kb - Formato pdf
    Piantare gli alberi è un’attività educativa che comincia con la scuola dell’infanzia sino alla scuola secondaria di II grado
  • Ecosistemi autonomi

    911 Kb - Formato pdf
    Il progetto di tutela ambientale riguarda l’istituzione di un parco diffuso con un ecosistema autonomo resiliente ai cambiamenti climatici, dove c’è anche la conservazione di specie rare, in modo economicamente ed ambientalmente sostenibile.
  • PEC al Ministro del Lavoro

    396 Kb - Formato pdf
  • PEC al Ministro dell'Ambiente

    642 Kb - Formato pdf

Articoli correlati

  • Varese, si arrampica su un cipresso per evitare l'abbattimento degli alberi
    Ecologia
    Si chiama Michele Forzinetti

    Varese, si arrampica su un cipresso per evitare l'abbattimento degli alberi

    Piena solidarietà di PeaceLink
    15 settembre 2014 - Alessandro Marescotti
  • Latina
    Un gruppo di indios incontattato nel Parco Nazionale del Manu, in Perù, è stato fotografato in una zona turistica.

    Amazzonia : una tribù che aveva scelto di rimanere isolata

    Survival International di Lima ha pubblicato alcune foto di una famigliola composta da adulti e bambini, seminudi, sulle rive di un fiume. Sono i Mashco Piro una delle ultime 15 tribù che vivono isolate dal resto del mondo, come altre 67 tribù, oltre il confine, nell'Amazzonia brasiliana.
    2 febbraio 2012 - Ernesto Celestini
  • Alberi abbattuti per favoreggiamento della prostituzione
    PeaceLink Abruzzo
    Comunicati stampa

    Alberi abbattuti per favoreggiamento della prostituzione

    Le Associazioni ambientaliste, il CCiclAT e On the road invitano, quindi, tutti gli Enti a mettere da parte i proclami e le polemiche ed avviare concretamente un’opera di riqualificazione ambientale dell’area e di assistenza alle vittime dello sfruttamento.
    19 ottobre 2010 - WWF Abruzzo, LIPU, ProNatura, CCiclAT, On the road
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)