Latina

"Ripartiamo da qui, sempre in lotta"

Concluso il 23° Incontro del Forum di Sao Paulo
Unità, antimperialismo, anticolonialismo e una piattaforma politica da sinistra
26 luglio 2017
Giorgio Trucchi

Conclusione del 23 Forum di Sao Paulo in Nicaragua

Con la lettura della  Dichiarazione finale "Nuestra America en Pie de Lucha" si è concluso la settimana scorsa il 23° Incontro del Forum di Sao Paulo.

"Dopo più di cinque secoli di dominazione e lotta indigena e popolare per l’emancipazione, per la prima volta nella storia dell’America Latina e dei Caraibi, i popoli sono riusciti a ottenere importanti risultati sociali e politici, tra cui il controllo di spazi istituzionali che offrono la formidabile opportunità e l’enorme sfida di sviluppare processi rivoluzionari di trasformazione o comunque una riforma sociale progressista”, si legge nella parte iniziale del documento approvato all’unanimità da più di 300 delegate e delegati provenienti da 22 nazioni della regione.

Processi che – come spiega il documento – stanno affrontando i “feroci attacchi provenienti dall’imperialismo, dalle destre e dalle forze oligarchiche al loro servizio”, per questo è necessario creare “una piattaforma politica da sinistra”, per raggruppare le forze progressiste, creare un fronte comune continentale antimperialista e rilanciare i processi di integrazione latinoamericana e caraibica.

Il documento Consenso de Nuestra America rappresenterà lo strumento privilegiato per il dibattito, la consultazione e l’elaborazione di strategie comuni dei popoli in lotta.

"Dobbiamo far crescere e rafforzare l’unità delle forze progressiste e rivoluzionare all’interno di ogni paese e a livello continentale, compiere un salto di qualità nei nostri meccanismi organizzativi, che ci permetta di definire una strategia e dei programmi comuni a tutte le forze di sinistra del continente”.

Altri obiettivi incorporati nella Dichiarazione sono la creazione di un nuovo modello politico, economico e sociale all’interno del quale i cittadini possano decidere le politiche pubbliche, prendere decisioni, definire un quadro d’azione per le autorità elette e verificare il loro adempimento, inoltre la creazione di un fronte culturale e comunicativo antiegemonico.

Sono state anche approvate diverse risoluzioni, tra queste il rifiuto alla guerra non convenzionale e di ampio spettro, economica e mediatica, contro il Venezuela – il Forum si è dichiarato in stato di allerta e in sessione permanente –, il sostegno al processo di pace in Colombia e la condanna della strategia dell’estrema destra per boicottarlo.

José Ramón Balaguer (PCC), Mónica Valente (PT), Jacinto Suárez (FSLN)

È stata inoltre presa una netta posizione di rifiuto contro la persecuzione giuridica nei confronti dell’ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, si è ratificato il sostegno alla rivoluzione cubana e si è condannato “l’ignobile e disumano” blocco commerciale, economico e finanziario imposto dagli Stati Uniti.

Il 23° Incontro del Forum di Sao Paulo si è anche solidarizzato con i governi di El Salvador e Nicaragua soggetti a violenti e ripetuti tentativi di destabilizzazione.

"Questo spazio di dibattito e consultazione della sinistra latinoamericana e caraibica esce rafforzato da questo nuovo incontro. Siamo la prova vivente che è possibile governare con un altro tipo di progetto. Un progetto che stimola il vero sviluppo, l’inclusione sociale e il benessere per tutti e che rappresenta un’alternativa reale al progetto neoliberista fomentato dagli organismi finanziari internazionali.

Contiamo con risultati importanti e con un’eredità significativa per i popoli e per l’umanità. Queste giornate di intenso dibattito e di ricerca di consenso e unità ci riempiono di forza, determinazione e allegria. Per continuare a lottare e resistere contro gli attacchi e costruire le vittorie di cui abbiamo bisogno. Ripartiamo da qui, sempre in lotta” ha detto Monica Valente, segretaria esecutiva del Forum, durante l’atto di chiusura.


Fonte originale (+ foto): LINyM

Note: Traduzione: Giampaolo Rocchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)