Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

La scuola rigenera i valori

A Bari la scuola, la pace e...

In programma un’Assemblea, una Marcia, un Concerto e tanti Laboratori che coinvolgeranno oltre 3500 studenti e insegnanti. Flavio Lotti: la scuola restituisce alla società una piccola parte del grande lavoro che sta facendo per educare i nostri giovani alla cittadinanza e alla Costituzione.
18 maggio 2011
Maria Pia Facchini
Fonte: perlapace.it - 18 maggio 2011

Un’Assemblea, una Marcia, un Concerto e tanti Laboratori che coinvolgeranno oltre 3500 studenti e insegnanti. Il programma del Forum della Pace, della Giustizia e della Responsabilità che si svolgerà a Bari il 19 e 20 maggio 2011 si presenta così: denso di eventi e di significati. Un’Assemblea, in programma nel prestigioso Teatro Petruzzelli (giovedì 19 maggio ore 9.00-12.00), per riscoprire il significato autentico di tre parole – pace, giustizia e responsabilità - che sono anche tre valori e tre obiettivi irrinunciabili.
 
Una Marcia per la pace per le vie del centro storico di Bari (giovedì 19 maggio ore 12.30, partenza da Piazza del Ferrarese) per dire che dopo le parole devono venire i fatti, che l’educazione deve essere orientata all’azione. locandina dell'iniziativa
 
Un Concerto intitolato “La scuola suona la pace” (giovedì 19 maggio ore 14.30, Piazza del Ferrarese) che vedrà l’esibizione di ben 23 scuole impegnate a dare voce alla pace attraverso il linguaggio universale della musica e della danza.
 
E, infine, 18 Laboratori sui valori della nonviolenza, della giustizia, della libertà, della pace, dei diritti umani, della responsabilità e della speranza (venerdì 20 maggio in vari luoghi della città dalle 9.00 alle 13.00).
 
Per l’occasione giungerà a Bari anche uno dei giovani protagonisti della rivoluzione egiziana, Shady Mohamed Ali Selim, un blogger e attivista politico, esperto di informatica che ha contribuito alla caduta del regime quarantennale di Mubarak.

All’Assemblea del Petruzzelli interverranno inoltre Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia, Lucrezia Stellacci, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, Roberto Natale, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Flavio Lotti, Coordinatore nazionale della Tavola della pace, Tonio dell’Olio, Responsabile internazionale Libera, Aluisi Tosolini, dirigente scolastico, Fabio Losito, Assessore alle politiche educative del Comune di Bari e Alba Sasso, Assessore al Diritto allo Studio della Regione Puglia.
 
Il Concerto “La scuola suona la pace”, condotto da Antonio Stornaiolo, sarà seguito in diretta da AntennaSud e in streaming su www.antennasud.com.
 
Il Forum della Pace, della Giustizia e della Responsabilità è stato presentato ieri, 17 maggio, in una Conferenza stampa che si è tenuta a Bari presso la sede della della Giunta Regionale della Puglia.
 
“Con questa iniziativa”, ha dichiarato Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace,  “la scuola restituisce alla società una piccola parte del grande lavoro che è stato fatto nel corso dell’intero anno scolastico per educare i nostri giovani alla cittadinanza e alla Costituzione e per aiutarli a ricostruire una nuova scala di valori e una nuova cultura capace di affrontare positivamente le grandi sfide del nostro tempo.”
 
“Ringrazio i tanti insegnanti, dirigenti scolastici e studenti che hanno raccolto la nostra proposta”, ha affermato Alba Sasso, Assessore regionale al Diritto allo Studio, “e hanno lavorato con grande impegno in un percorso che vuole aiutarci a rimettere al centro i valori della pace, della giustizia e della responsabilità che sono scritti nella nostra Costituzione. E’ un lavoro che vogliamo continuare a promuovere e a sostenere anche il prossimo anno.”
 
“Questo programma”, ha sottolineato Annamaria Cammalleri dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, “è frutto di una grande collaborazione tra istituzioni e soggetti diversi che hanno saputo unire idee, risorse e competenze. Il metodo di lavoro è stato importante perché ha permesso alle scuole di agire dentro un quadro definito, con obiettivi comuni, ma in completa autonomia, nel pieno rispetto di quell’autonomia che può consentire alla scuola di crescere e di svolgere appieno il compito che le è stato affidato.”

Il Forum di Bari, promosso dalla Regione Puglia, dall’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, dal Comune di Bari, dalla Tavola della Pace, conclude la serie dei 6 Forum dei Valori realizzati nel mese di maggio a Matera, Riccione, Senigallia, Padova e Trento nell’ambito del Programma di Educazione alla Pace, ai Diritti Umani e alla Cittadinanza Democratica “La mia scuola per la pace”.
  
Per informazioni:
Ufficio Stampa Tavola della pace: Floriana Lenti  338/4770151 email: stampa@perlapace.it, www.perlapace.it

Articoli correlati

  • Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza
    Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Il ruolo profetico mondiale di papa Francesco
    Pace
    Estratto dal saggio "Coronavirus: dove porta la sua Arca papa Francesco-Noé?"

    Il ruolo profetico mondiale di papa Francesco

    Allegato a questa pagina web vi è il saggio completo centrato su un nuovo rapporto fra etica e politica nella prospettiva di costruire una nuova coscienza storica in relazione ai drammatici problemi della nostra epoca.
    8 gennaio 2022 - Antonino Drago
  • Mai più l’arma nucleare
    Pace
    Per l’Appello di Stoccolma si realizzò la campagna più estesa dei partigiani della pace nel mondo

    Mai più l’arma nucleare

    Nell’Appello di Stoccolma i partigiani della pace proclamano: “Noi esigiamo l’assoluto divieto dell’arma atomica. Noi consideriamo che il governo il quale utilizzasse contro qualsiasi paese l’arma atomica, commetterebbe un crimine contro l’umanità e dovrà essere considerato come criminale di guerra"
    7 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi
    Disarmo
    Rivista.eco rilancia l'appello dei 50 Premi Nobel per la riduzione delle spese militari nel mondo

    Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi

    Un appello di oltre 50 premi Nobel e diversi presidenti di accademie della scienza nazionali per la riduzione della spesa militare che, a livello globale, è quasi raddoppiata dal 2000 ad oggi, arrivando a sfiorare i duemila miliardi di dollari statunitensi l’anno
    21 dicembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)