Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

La scuola rigenera i valori

A Bari la scuola, la pace e...

In programma un’Assemblea, una Marcia, un Concerto e tanti Laboratori che coinvolgeranno oltre 3500 studenti e insegnanti. Flavio Lotti: la scuola restituisce alla società una piccola parte del grande lavoro che sta facendo per educare i nostri giovani alla cittadinanza e alla Costituzione.
18 maggio 2011
Maria Pia Facchini
Fonte: perlapace.it - 18 maggio 2011

Un’Assemblea, una Marcia, un Concerto e tanti Laboratori che coinvolgeranno oltre 3500 studenti e insegnanti. Il programma del Forum della Pace, della Giustizia e della Responsabilità che si svolgerà a Bari il 19 e 20 maggio 2011 si presenta così: denso di eventi e di significati. Un’Assemblea, in programma nel prestigioso Teatro Petruzzelli (giovedì 19 maggio ore 9.00-12.00), per riscoprire il significato autentico di tre parole – pace, giustizia e responsabilità - che sono anche tre valori e tre obiettivi irrinunciabili.
 
Una Marcia per la pace per le vie del centro storico di Bari (giovedì 19 maggio ore 12.30, partenza da Piazza del Ferrarese) per dire che dopo le parole devono venire i fatti, che l’educazione deve essere orientata all’azione. locandina dell'iniziativa
 
Un Concerto intitolato “La scuola suona la pace” (giovedì 19 maggio ore 14.30, Piazza del Ferrarese) che vedrà l’esibizione di ben 23 scuole impegnate a dare voce alla pace attraverso il linguaggio universale della musica e della danza.
 
E, infine, 18 Laboratori sui valori della nonviolenza, della giustizia, della libertà, della pace, dei diritti umani, della responsabilità e della speranza (venerdì 20 maggio in vari luoghi della città dalle 9.00 alle 13.00).
 
Per l’occasione giungerà a Bari anche uno dei giovani protagonisti della rivoluzione egiziana, Shady Mohamed Ali Selim, un blogger e attivista politico, esperto di informatica che ha contribuito alla caduta del regime quarantennale di Mubarak.

All’Assemblea del Petruzzelli interverranno inoltre Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia, Lucrezia Stellacci, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, Roberto Natale, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Flavio Lotti, Coordinatore nazionale della Tavola della pace, Tonio dell’Olio, Responsabile internazionale Libera, Aluisi Tosolini, dirigente scolastico, Fabio Losito, Assessore alle politiche educative del Comune di Bari e Alba Sasso, Assessore al Diritto allo Studio della Regione Puglia.
 
Il Concerto “La scuola suona la pace”, condotto da Antonio Stornaiolo, sarà seguito in diretta da AntennaSud e in streaming su www.antennasud.com.
 
Il Forum della Pace, della Giustizia e della Responsabilità è stato presentato ieri, 17 maggio, in una Conferenza stampa che si è tenuta a Bari presso la sede della della Giunta Regionale della Puglia.
 
“Con questa iniziativa”, ha dichiarato Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della pace,  “la scuola restituisce alla società una piccola parte del grande lavoro che è stato fatto nel corso dell’intero anno scolastico per educare i nostri giovani alla cittadinanza e alla Costituzione e per aiutarli a ricostruire una nuova scala di valori e una nuova cultura capace di affrontare positivamente le grandi sfide del nostro tempo.”
 
“Ringrazio i tanti insegnanti, dirigenti scolastici e studenti che hanno raccolto la nostra proposta”, ha affermato Alba Sasso, Assessore regionale al Diritto allo Studio, “e hanno lavorato con grande impegno in un percorso che vuole aiutarci a rimettere al centro i valori della pace, della giustizia e della responsabilità che sono scritti nella nostra Costituzione. E’ un lavoro che vogliamo continuare a promuovere e a sostenere anche il prossimo anno.”
 
“Questo programma”, ha sottolineato Annamaria Cammalleri dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, “è frutto di una grande collaborazione tra istituzioni e soggetti diversi che hanno saputo unire idee, risorse e competenze. Il metodo di lavoro è stato importante perché ha permesso alle scuole di agire dentro un quadro definito, con obiettivi comuni, ma in completa autonomia, nel pieno rispetto di quell’autonomia che può consentire alla scuola di crescere e di svolgere appieno il compito che le è stato affidato.”

Il Forum di Bari, promosso dalla Regione Puglia, dall’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, dal Comune di Bari, dalla Tavola della Pace, conclude la serie dei 6 Forum dei Valori realizzati nel mese di maggio a Matera, Riccione, Senigallia, Padova e Trento nell’ambito del Programma di Educazione alla Pace, ai Diritti Umani e alla Cittadinanza Democratica “La mia scuola per la pace”.
  
Per informazioni:
Ufficio Stampa Tavola della pace: Floriana Lenti  338/4770151 email: stampa@perlapace.it, www.perlapace.it

Articoli correlati

  • Non meno di 15 anni di carcere se in guerra distribuisci volantini "disfattisti" ai militari
    Laboratorio di scrittura
    Attenzione a non diffondere notizie "tendenziose" che possano "deprimere lo spirito pubblico"

    Non meno di 15 anni di carcere se in guerra distribuisci volantini "disfattisti" ai militari

    Se un pacifista distribuisce ai militari dei volantini che "recano nocumento agli interessi nazionali" viene condannato a una pena non inferiore a quindici anni. Non è una legge della Russia di Putin ma l'articolo 265 del codice penale, ancora in vigore in Italia, sul "disfattismo"
    8 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Per sconfiggere la guerra, dimostriamo che un altro mondo è possibile
    Pace
    Eirenefest: non solo una fiera di libri, ma soprattutto un ambito di convergenza

    Per sconfiggere la guerra, dimostriamo che un altro mondo è possibile

    Mancano pochi giorni al via del primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza, un mega evento che si terrà a Roma dal 2 al 5 giugno prossimi: un tentativo di sfidare le radici della guerra - egoismo, violenza, sopraffazione - coltivando, tutti insieme, una convergenza di valori opposti.
    22 maggio 2022 - Olivier Turquet
  • Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina
    Conflitti
    Scomparsi i negoziati e la parola "pace"

    Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina

    Il discorso pubblico sulla guerra in corso si va modificando in modo rapido e sostanziale ma, al contempo, poco visibile e perciò “indolore”. Questi cambiamenti così rilevanti raramente sono oggetto di discussione in quanto tali e questo può contribuire a renderli invisibili ai nostri occhi.
    1 maggio 2022 - Daniela Calzolaio
  • Pace proibita? Esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo protestano
    Pace
    Un evento di Santoro e Vauro, dal vivo e in streaming

    Pace proibita? Esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo protestano

    Michele Santoro e Vauro Senesi riuniscono in nome della pace, lunedì prossimo (2 maggio) alle ore 21, esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo per "opporsi alla deriva verso il pensiero unico e la resa dell’intelligenza" davanti agli orrori della guerra in corso in Ucraina.
    28 aprile 2022 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)