Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

A-RIVISTA ANARCHICA numero 380 maggio 2013:

Martesana InCanto Ensemble: per la Pace contro ogni guerra e totalitarismo

Un autentico InCanto concertistico, che vibra negli animi per far vivere l’anelito del grande sogno della Pace, contro ogni razzismo, contro tutte le guerre, contro tutti i totalitarismi.
Laura Tussi29 aprile 2013

Martesana InCanto Ensemble: per la Pace contro ogni guerra e totalitarismo

Per la Pace contro ogni guerra e totalitarismo: Martesana InCanto Ensemble

L'attività poliedrica del Complesso Corale e Strumentale Martesana InCanto Ensemble non è solamente esecutiva, ma soprattutto creativa, nella forma di un autentico laboratorio poetico e musicale, tramite la formula del concerto tematico. Ogni esperienza concertistica risulta strutturata all'interno di un contesto narrativo, costituito dall'agile e sagace intreccio tra canti, testi e immagini, al punto da connotarsi come autentica opera corale. Le musiche proposte sono rielaborazioni di brani classici ( Mozart, Haydn, Clementi, Vivaldi, Brahms ecc.), oppure direttamente composte dal maestro Bruno Belli, le parole dei canti sono tratte da testi di poeti contemporanei  o personalità storiche, da Martin Luther King a David Maria Turoldo, da Gandhi a Piero Calamandrei, da Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a Vandana Shiva  e molti altri

Lo spettacolo dal titolo “Con lo sguardo dei bambini” spazia dalla rievocazione della Storia, tramite la suggestione delle poesie dei fanciulli internati nel ghetto di Terezin, all'attualità del nostro presente, della contemporaneità, nelle zone in cui l'infanzia è negata e violata dalla guerra, dallo sfruttamento, dalla fame, dalla più atroce sopraffazione sulle fragilità e diversità infantili.

Lo spettacolo “Desiderio di pace” presenta percorsi di riflessione tramite il prisma del desiderio di fratellanza e solidarietà, annientato dal Lager, dai campi di sterminio, nell'indifferenza della discriminazione, del razzismo, della segregazione, ricordando l'alto prezzo pagato in vite umane, per i diritti imprescindibili della persona sanciti dalla Costituzione. Per approdare al nobile ideale della Pace, le proposte musicali spaziano attraverso gli stilemi della musica di Brahms e il sapiente andamento delle strofe di Calvino, con un grande anelito agli ideali di libertà, di lotta alla discriminazione e al razzismo, tramite la partecipazione, l'impegno e la solidarietà.  Lo spettacolo “La musica non è indifferente”, in un connubio tra pensiero razionale ed elemento emotivo trasforma il contesto musicato in un potente mezzo di liberazione del pensiero e di esercizio di tolleranza antidogmatico. Attraverso le immortali parole di Martin Luther King,  grazie alle quali il sogno della pace diventa aspirazione alla consonanza, alla ricerca dell'ideale di libertà, si giunge alla riflessione musicale che, con brani adeguati, parte dai processi di liberazione dall'oppressione dei regimi totalitari, per approdare all'esplorazione delle condizioni di pace da coniugare con alti ideali di giustizia, solidarietà e incontro di culture e diversità, per comprendere noi stessi e la dignità umana, lungo le strade della speranza, della progettualità, dei processi di pace, di liberazione ed emancipazione anche femminile, vissuti nell'interiorità e nella socialità. Il cuore dell'opera corale “Variazioni sulla memoria” propone un percorso di narrazione degli orrori della Shoah, tramite brani che raccolgono la dolorosa testimonianza delle vittime, che si compongono, come tessere di un mosaico di pace, con la rappresentazione di altri eventi drammatici, ma anche capaci di smuovere le coscienze e orientarle al cambiamento, nella solidarietà che sempre sconvolge ed erode il potere, tramite piccoli passi, passaggi e processi di pace che si alimentano di musica, pensieri e poesia in un impianto corale, un autentico InCanto concertistico, che vibra negli animi per far vivere l’anelito del grande sogno della Pace, contro ogni razzismo, contro tutte le guerre, contro tutti i totalitarismi.

www.incanto.name

 

 

 

Note: www.incanto.name

www.arivista.org

Articoli correlati

  • COP26, l’amaro in bocca del realismo geopolitico
    Ecologia
    L’attenzione e l’ambizione e le aspettative nei riguardi di questa COP 26 erano alte, altissime

    COP26, l’amaro in bocca del realismo geopolitico

    Lo scorso weekend si è conclusa la COP26, la ventiseiesima edizione della Conferenza delle parti l’appuntamento che dal 1992 chiama tutti i leader mondiali a decidere le strategie globali per far fronte alla crisi climatica. I pro e i contro dell'accordo raggiunto.
    17 novembre 2021 - Domenico Vito
  • Verso Glasgow: salviamo il clima con il disarmo e senza il nucleare
    Ecologia
    Il bla bla bla denunciato da Greta Thunberg è la verità

    Verso Glasgow: salviamo il clima con il disarmo e senza il nucleare

    I nostri obiettivi da portare come ecopacifisti alla Cop26 sono l’inserimento dell’impatto delle attività militari e del disarmo negli accordi di Parigi e lo sbarramento al rientro in gioco della lobby nucleare.
    23 ottobre 2021 - Laura Tussi
  • Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa
    Cultura
    In Memoria di Virginio Bettini

    Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa

    È occorso parecchio tempo per preparare il tuo libro postumo perché come tu ci hai chiesto, necessitava dei contributi di due tuoi cari compagni. Il primo contributo di Maurizio Acerbo e il secondo di Paolo Ferrero
    21 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Scritti di Giorgio Nebbia
    Ecodidattica
    Un'antologia a cura di Altronovecento

    Scritti di Giorgio Nebbia

    Giorgio Nebbia era un chimico e ha insegnanto merceologia all'Università di Bari. E' stato un ecologista fin dalla metà degli anni Sessanta e qui trovate in forma di antologia i suoi scritti che riguardano la storia dell’ambiente e dell’ambientalismo.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)