Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

Palestina: Omicidio puro e semplice

Il vero intento dell'assassinio dello sceicco Ahmad Yassin è identico con il
'piano per il disimpegno' di Sharon: ostruire qualsiasi opportunità
significativa per la ripresa degli sforzi verso trattative genuine. L'obiettivo
fissato è il progettato assassinio di ogni probabilità di pace.
26 marzo 2004 - Reuven Kaminer - trad. Malektro


di Reuven Kaminer

23 Marzo 2004

La politica degli assassini designati è immorale ed illegale in primo luogo. Ha
realmente poco a che fare con la prevenzione del terrore. La vera intenzione che
sta dietro all'assassinio designato è di legittimizzare l'uso dell'omicidio
politico come strumento utilizzabile nella più vasta esecuzione di crimini
contro la gente Palestinese, dalla punizione collettiva fino al 'politicidio' --
la smentita dei loro diritti nazionali. Nel contesto attuale, questi sono
inoltre crimini contro la pace e contro la stessa gente di Israele.

Sharon ha scelto di includere l'assassinio politico come arma per difendere la
sua declinante autorità. La sua coalizione sta cadendo a pezzi, i suoi ministri
lo smentiscono apertamente, il suo partito appare disorganizzato. Ancor più
importante: il suo prestigio con il vasto pubblico è in una condizione di
disintegrazione. Solo poche settimane fa Sharon ha ricevuto un voluminoso
supporto dal pubblico che ha creduto che lui stesse realmente provando a tirarlo
fuori dal presente caos. Ma ha anche sperperato questa ultima vestigia di
prestigio esibendo una larga inconsistenza e rifiutandosi di rivelare a chiunque
che cosa stesse esattamente provando a fare. L'avventurismo è risultato sempre
naturale a Sharon, che ancora si sente più confortevole a governare in uniforme
da battaglia. Così apprendiamo che l'anziano generale, frustrato e più isolato
ogni ora che passa, ha diretto personalmente l'incursione "eroica"
dell'elicottero su un convoglio civile di un leader religioso mentre si recava a
pregare.

C'è metodo in questa follia. Se c'è mai stato un atto destinato a rendere più
profonda l'ostilità del mondo Arabo e Musulmano contro Israele, la sua gente e i
suoi amici, è stato questo. Sharon sta scommettendo il futuro di Israele sulla
base dello scontro fra civilizzazioni. La sua speranza per la sopravvivenza di
Israele è appuntata su quel genere di bandiere della Cristianità che vengono
sventolate da George W. Bush e dalla sua battaglia contro il mondo Arabo e
Musulmano.

L'alleanza Bush - Sharon esporrà ad ulteriore turbolenza la tempesta attuale. I
due hanno bisogno l'uno dell'altro nella propria ora di avversità. Nondimeno,
l'infatuazione attuale di Sharon per l'omicidio politico, può causare problemi a
Washington, dove faccende come questa vengono solitamente affidate a specifici
reparti, specializzati nei giochi sporchi. Nelle capitali di questo mondo, i
leader solitamente non si vantano dell'assassinio di altri leader.

Note:

Tradotto da Melektro a cura di Peacelink

Reuven Kaminer è un preminente attivista Israeliano e uno scrittore. Può essere
raggiunto all'indirizzo di posta: mssourk@mscc.huji.ac.il .

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)