Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

    Un'ondata di pace dall'India

    14 ottobre 2004 - Paolo Falanga (contributo di un nostro lettore)

    C'è una donna in India che sta facendo molto per la pace nel mondo e per
    aiutare i poveri, si chiama Mata Amritanandamayi (AMMA) un maestro illuminato.

    Ha 51 anni è nata nel Kerala (India) in un villaggio di pescatori, gia
    dalla nascita aveva un sorriso splendente sul volto, a 6 mesi ha imparato
    a camminare e parlare e all'età di 5 anni gia cantava canti devozionali
    (preghiere) dedicati a Dio.

    Ha passato un infanzia turbolenta, poiché dedicava tutto il suo tempo a
    Dio prestando assistenza agli anziani e ai malati del villaggio, e spesso
    i genitori la picchiavano perché rubava gli oggetti dalla propria casa per
    darli ai poveri o ricavarne soldi per le cure di questi ultimi.

    La famiglia ha passato molte sofferenze fino al punto di essere esclusa
    dal villaggio perché, nonostante Amma aiutasse le persone, tutti la
    consideravano una ragazza disobbediente, nessuno aveva idea di cosa fosse
    veramente la spiritualità e l'amore universale per Dio e quindi non
    apprezzavano la completa devozione che questa "ragazzina" nutriva per Dio.

    Dopo altri episodi di travaglio, finalmente Amma è stata riconosciuta come
    Maestro spirituale direttamente dalle persone che prima la odiavano o la
    deridevano. Quindi da questo momento in poi è cominciata la sua vera
    missione: "aiutare il prossimo" senza alcuna distinzione di razza o credo
    religioso, e soprattutto senza niente in cambio.

    La vita di Amma è un offerta continua a Dio.

    Amma non fa miracoli ne prevede il futuro ma basa tutti i suoi
    insegnamenti sul "servizio disinteressato".

    Il "servizio disinteressato" è aiutare gli altri senza aspettarsi nulla in
    cambio, questo si puo' ottenere con la fede in Dio e l'altruismo.

    Al giorno d'oggi Amma ha messo in atto tante opere caritatevoli in India:
    ospedali gratuiti per i poveri, orfanotrofi, più di 25.000 case per i
    senza tetto, una casa di riposo per anziani, una pensione regolare per
    migliaia di donne poverissime, scuole, pasti gratuiti, assistenza legale
    gratuita per le persone più povere che spesso vengono sfruttate e tanto
    altro ancora. Prossimamente andrà in Africa per costruire anche lì altre
    opere. Tutto questo è possibile poiché le persone che lavorano per lei
    fanno tutto ciò senza aspettarsi niente in cambio e inoltre ci sono vari
    devoti facoltosi che fanno grandi donazioni.

    Al giorno d'oggi questa grande Santa ha abbracciato (nel senso vero della
    parola) ventitre milioni di persone!!! In un giorno solo a Manglore ha
    accolto tra le sue braccia 50.000 persone, dalle 18:30 alle 16:30 del
    giorno seguente e alla fine si è alzata fresca come una rosa.

    Nel 2000 ha tenuto un discorso per la Pace all'Onu

    nel 2002 ha ricevuto il premio "Ghandi King" per la non-violenza

    e il 13 luglio 2004 ha tenuto il discorso finale al parlamento delle
    religioni del mondo a Barcellona in Spagna.

    Ecco alcune sue parole: "Diversi tipi di persone vengono a vedere la
    Madre, alcune per devozione, altri per cercare una soluzione ai loro
    problemi materiali, o per essere curati dalle malattie. Amma non rifiuta
    nessuno; come potrebbe respingerli? Sono forse diversi da Lei? Non siamo
    tutti perle infilate sullo stesso filo della vita? Ciascuno vede la Madre
    secondo il proprio livello di comprensione. Coloro che mi amano e coloro
    che mi odiano sono lo stesso per me."---

    ---"Le religioni sono come i petali di un unico fiore, se un petalo
    diventa marcio tutto il fiore perirà, per cui bisogna lavorare tutti
    insieme".---

    Concludo dicendo che se in questo mondo vogliamo ottenere la pace, che è
    un nostro diritto, siamo ad un buon punto di partenza. Attività come
    queste sono di sostegno per la pace e quindi bisogna lavorare tutti
    insieme seguendo questi grandi esempi.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)