Latina

RSS logo

Mailing-list Latina

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Latina

...

Articoli correlati

  • Otto Pérez Molina, ex-generale di estrema destra, è il nuovo presidente

    Guatemala: un militare al potere

    Le elezioni sono state caratterizzate da un alto tasso di astensionismo
    8 novembre 2011 - David Lifodi
  • Otto Pérez Molina non sfonda e si ferma al 38%

    Guatemala: ballottaggio presidenziale tra le destre

    Ritardi e caos durante lo spoglio elettorale
    13 settembre 2011 - David Lifodi
  • L'ultradestra sfrutta l'insicurezza sociale e rischia di fare il pieno di voti

    Guatemala: Otto Pérez Molina probabile presidente

    Le presidenziali di domenica 11 Settembre si preannunciano senza storia
    6 settembre 2011 - David Lifodi
  • Lettera aperta delle comunità di Cotzal (Quiché, Guatemala)
    Guatemala. La società italiana ENEL e le autorità governative hanno cercato di ignorare i diritti delle comunità Maja sul territorio e le decisioni che lo riguardano

    Lettera aperta delle comunità di Cotzal (Quiché, Guatemala)

    "Noi esigiamo i nostri diritti sulle montagne, i fiumi e i boschi che sono quelli che danno vita alle nostre comunità indigene, alle nostre figlie e ai nostri figli, alle future generazioni, questo è quanto stiamo esigendo dall’ENEL ed il Governo deve rispettare i nostri diritti legittimi"
    8 agosto 2011
Il presidente della Banca Mondiale in Guatemala

Guatemala: dove può arrivare l’ipocrisia

4 maggio 2006 - Flaviano Bianchini

Il presidente della Banca Mondiale Poul Wolfowitz è venuto nei giorni scorsi in Guatemala in rappresentanza dell’organo che presiede. I precedenti del presidente della Banca Mondiale non sono dei più lucidi e trasparenti. Negli Stati Uniti lo chiamano “The King of Darkness”; il signore delle tenebre. Fu lui che, in qualità di consigliere di stato, consigliò a Bush di abbandonare l’idea di cercare Bin Laden in Afganistan per concentrarsi sulla “liberazione” dell’Irak. Poi, passato alla presidenza della Banca Mondiale, cominciò a elargire una lunga serie di finanziamenti per lo sviluppo che in realtà la sola cosa che sviluppano sono gli interessi dei potenti e delle grandi multinazionali. In Guatemala la Banca Mondiale sta finanziando il progetto minerario Marlin con ben 40 milioni di dollari. Wolfowitz sostiene che questo progetto è stato approvato dalla Banca Mondiale perché aiuta lo sviluppo della popolazione locale, - Il Guatemala è un paese dove il 50% della popolazione vive con meno di 2$ al giorno e l’attività mineraria è una parte fondamentale per combattere la povertà della popolazione. - Queste le parole del presidente della Banca Mondiale. Ma la miniera offre al Guatemala solo l’1% dei profitti, il 99% dei guadagni vanno in mano della multinazionale canado-statunitense Glamis Gold. Inoltre la miniera non paga le tasse in vigore di una moratoria valida fino al 2008 e non paga i 250 m3 di acqua che utilizza ogni ora. Per quanto riguarda la mano d’opera la miniera offre lavoro a circa 180 impiegati contro le 240 persone che sono state sfrattate dalla terra della quale vivevano. In più la miniera distrugge boschi, inquina l’acqua e rende inservibile per anni il suolo. Quindi viene da sé pensare che il finanziamento di 40 milioni di dollari più che un aiuto alla popolazione guatemalteca è un aiuto agli azionisti della Glamis Gold.
Quando, nella conferenza stampa di sabato 29, al presidente della Banca Mondiale Poul Wolfowitz sono state fatte notare queste cose e gli è stato chiesto se la Banca Mondiale intende proseguire finanziando tali progetti o, come direbbe il suo statuto, cominciare a lavorare per il vero sviluppo dei popoli, la sua risposta è stata semplicemente: -Non posso rispondere.-

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy