PeaceLink Abruzzo

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    Abruzzo, non è la 'ndrangheta che mancava, è la coscienza diffusa che manca

    La recente scoperta di una vera e propria rete ‘ndranghetista, che ha cercato di dominare e opprimere la città di Francavilla e il circondario, è l’ultima (in ordine di tempo) dimostrazione che l’Abruzzo “isola felice” (come già scritto mesi fa) esiste solo nelle menti ipocrite di chi non vuol vedere, di chi vuol cullarsi in una pax borghese e disinteressata alle sorti comuni. La realtà dell’Abruzzo è questa da tantissimi anni.
    4 marzo 2017 - Alessio Di Florio
  • Sanità abruzzese, uscita dal commissariamento. Scusate ma non si riesce a festeggiare ...

    Sanità abruzzese, uscita dal commissariamento. Scusate ma non si riesce a festeggiare ...

    Grande enfasi ha accompagnato nei giorni scorsi la notizia dell’uscita ufficiale dell’Abruzzo dal commissariamento sulla sanità post-sanitopoli. Dall’attuale alla precedente maggioranza quasi una corsa ad accreditarsi i meriti dell’uscita da quello che è stato definito un tunnel. Ma per i cittadini, i malati, i meno abbienti di questa Regione purtroppo non c’è nulla da festeggiare. Perché per loro dal tunnel non c’è nessun uscita, ieri, oggi, e ancora domani e in futuro resta un calvario infinito, un peso enorme quotidiano.
    20 settembre 2016 - Alessio Di Florio
  • Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso
    I santini delle commemorazioni offendono la memoria dell'Antimafia vera

    Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso

    L'unica vera memoria rispettosa è il pretendere giustizia, lo svelare i meccanismi del Potere, con nomi, cognomi, trame, denunciando e mai tacendo. Peppino non è un santo per laici altari, è un fuoco che deve arderci dentro.
    7 maggio 2013 - Alessio Di Florio
  • Il 13 aprile Pescara ha difeso l'Adriatico
    NO al progetto Ombrina Mare 2 (video)

    Il 13 aprile Pescara ha difeso l'Adriatico

    Da tutto l'Abruzzo ci si è dati appuntamento per fermare l'installazione di una piattaforma petrolifera vicina alla costa. Cityrumors Web TV ha diffuso questo bel video
    16 aprile 2013 - Lidia Giannotti
Coordinamento per la tutela della costa teatina

Via Campesina aderisce alla mobilitazione contro la costruzione del nuovo Centro Oli ad Ortona

Comunicato stampa di Centro Internazionale Crocevia
4 dicembre 2007

La nostra lotta contro il Centro Oli ha, da oggi, un respiro internazionale.
Abbiamo ricevuto una comunicazione di adesione da Via Campesina.
Testuali parole del portavoce Paul Nicholson: ‘ La vostra lotta per la terra, l’aria, l’acqua e per i piccoli agricoltori, indipendentemente dal luogo ove essa si sviluppa, è la nostra lotta’.

Via Campesina nata nel 1993 è la più grande rete di movimenti contadini del mondo, tappe salienti del suo percorso vanno dalla lotta per tenere l’agricoltura fuori dall’agenda del WTO a quella, divenuta la bandiera dell’organizzazione, per la sovranità alimentare – il diritto di ogni popolo di scegliere la propria politica alimentare -, fino a quella contro gli OGM, per una riforma agraria integrale e per la difesa delle sementi come patrimonio dell’umanità.

Paul Nicholson ha ricevuto il nostro documento, con la triste storia del centro oli, a Roma dove si sta svolgendo il forum dell’International Planning Committee for Food Sovereignty* ( Comitato Internazionale programmazione per la Sovranità Alimentare )
per il quale il Centro Internazionale Crocevia, nella persona di Antonio Onorati, cura il coordinamento internazionale.

Annamaria Properzi
Centro Internazionale Crocevia – Abruzzo
Coordinamento per la Tutela della Costra Teatina

*la più grande rete planetaria di ong, associazioni ambientaliste, popoli indigeni ecc che si occupa di sovranità alimentare(La sovranità alimentare è il diritto dei popoli ad alimenti nutritivi e culturalmente adeguati, accessibili, prodotti in forma sostenibile ed ecologica, ed anche il diritto di poter decidere il proprio sistema alimentare e produttivo. Questo pone coloro che producono, distribuiscono e consumano alimenti nel cuore dei sistemi e delle politiche alimentari e al di sopra delle esigenze dei mercati e delle imprese. Essa difende gli interessi e l’integrazione delle generazioni future. La maggior parte sono produttori e produttrici di alimenti, pronti, capaci e desiderosi di nutrire i popoli del mondo. In veste di produttori di alimenti, con un patrimonio che ha un ruolo cruciale per il futuro dell’umanità).
Si batte Contro:
...Contro modelli/progetti di sviluppo industriali di estrazione che espellono le popolazioni e che distruggendo l’ambiente e il nostro parimonio naturale.

Contro la dominazione dei nostri sistemi alimentari ed agricoli da parte delle multinazionali che antepongono i loro profitti alle persone, la salute e l’ambiente...

contro la dominazione di pochi di un comparto strategico qual'è il cibo

in allegato ultimo summit tenutosi in MALI 2007 con dichiarazione finale, e il documento redatto da Crocevia Abruzzo che sarà visionato dall'IPC(International Planning Committee for Food Sovereignty)

Note:

www.croceviaterra.it
www.marelibero.org
www.wwf.it/abruzzo
http://icolibri.blogspot.com/

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)