Riprendiamoci la parola

"Sventurata la terra che ha bisogno di eroi"

Contro ogni deriva autoritaria, contro ogni piaggeria cortigiana, contro ogni deresponsabilizzazione civile, contro ogni ignava abdicazione, noi continueremo a fare la nostra parte perché la sovranità popolare ritorni al centro della politica
15 febbraio 2019

"Sventurata la terra che ha bisogno di eroi". (Brecht)

Scriveva Piero Gobetti: "Il mussolinismo è un risultato assai più grave del fascismo stesso perché ha confermato nel popolo l'abito cortigiano, lo scarso senso della propria responsabilità, il vezzo di attendere dal duce, dal domatore, dal deus ex machina la propria salvezza".

Questa frase di Gobetti è più che mai indicata per il momento politico attuale. 

La partecipazione, la cittadinanza attiva, la democrazia dal basso vengono sostituite - anche nei partiti che ne avevano coltivato l'idea in origine - nella preminenza del "capo politico", nelle cui mani è affidata la sorte di tutti gli italiani.

Ritorna alla mente la frase di Bertolt Brecht: "Sventurata la terra che ha bisogno di eroi".

Contro ogni deriva autoritaria, contro ogni piaggeria cortigiana, contro ogni deresponsabilizzazione civile, contro ogni ignava abdicazione, noi continueremo a fare la nostra parte perché la sovranità popolare (art.1 della Costituzione) ritorni al centro della politica.

Riprendiamoci la parola.

Note: Oggi sarebbe stato il compleanno di mio padre e credo che se gli avessi letto queste parole avrebbe annuito con un benevolo sorriso. Ciao papà.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)