Gli editoriali di PeaceLink

223 Articoli - pagina 1 2 ... 23
  • La tempesta ha smascherato la nostra vulnerabilità
    Di fronte alla gravità della minaccia coronavirus

    La tempesta ha smascherato la nostra vulnerabilità

    La tempesta ha smascherato le cose superflue su cui avevamo costruito le nostre agende e ora abbiamo scoperto il vero valore della solidarietà e della fratellanza
    27 marzo 2020 - Papa Francesco
  • Le fabbriche di armi continuano a lavorare senza sosta
    PeaceLink aderisce alla richiesta di riconversione civile avanzata da molte associazioni

    Le fabbriche di armi continuano a lavorare senza sosta

    Nel "Decreto Nuove misure per l’emergenza coronavirus" sono "consentite le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale". Il governo potrebbe riconvertire e far produrre respiratori invece di armi.
    24 marzo 2020 - Redazione PeaceLink
  • Il morbo blu-stellato e l’«8 settembre» dell’Europa
    I numeri, sebbene in leggero calo, ci dicono che presto l’Italia supererà i morti della Cina

    Il morbo blu-stellato e l’«8 settembre» dell’Europa

    Paesi come la Cina, il Venezuela, Israele, perfino la poverissima Cuba, stanno prodigandosi in una solidarietà attiva nei riguardi dell’Italia, con l’invio di medicine, operatori sanitari, materiali protettivi e altro. E l'Europa?
    17 marzo 2020 - Carlo Ruta
  • Stasera non esco
    Adesso dobbiamo remare, in sincronia

    Stasera non esco

    Il contagio si è diffuso oltremodo per l'arroganza di chi ha avuto comportamenti irresponsabili persino di fronte a una reale emergenza sanitaria che adesso ci porrà di fronte a scelte spietate, difficili, ma inevitabili per le condizioni di incapienza delle strutture di terapia intensiva.
    8 marzo 2020 - Adriana De Mitri
  • Quando la decarbonizzazione nasconde la fregatura
    Il Green New Deal per l'ILVA prevede di allungare i tempi di messa a norma degli impianti

    Quando la decarbonizzazione nasconde la fregatura

    Sentirete parlare di un nuovo stabilimento siderurgico "green" per Taranto, con un nuovo piano ambientale ambizioso e all'avanguardia. Non vi fate abbindolare. Il vero scopo del nuovo piano è quello di dare altri due anni di tempo per la messa a norma degli impianti. Intanto la gente muore.
    3 marzo 2020 - Alessandro Marescotti
  • Dopo il Vietnam ora la ritirata dall'Afghanistan
    Gli USA hanno trattato con gli odiati talebani per andare via

    Dopo il Vietnam ora la ritirata dall'Afghanistan

    Poco fa Trump annuncia il ritiro delle truppe dall'Afghanistan, dopo una guerra durata 19 anni e aver bruciato immense risorse militari. Ora dichiara di aspettarsi che i talebani combattano il terrorismo. E' incredibile ma è così.
    29 febbraio 2020 - Alessandro Marescotti
  • “La vera rivoluzione è prendersi per mano”
    Discorso per la fiaccolata a Taranto del 26 febbraio 2020

    “La vera rivoluzione è prendersi per mano”

    A Taranto ci si ammala e si muore per produrre debiti. A Taranto l'ILVA perde 2 milioni di euro al giorno, 135 euro al giorno per ogni lavoratore. Oggi siamo più forti perché tutte le ragioni - anche quelle economiche - sono dalla nostra parte, geometricamente allineate come mai era accaduto prima.
    26 febbraio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Contro ogni fascismo
    In memoria di Sandro Pertini

    Contro ogni fascismo

    I moniti del Presidente Partigiano Sandro Pertini a trent’anni dalla sua morte
    22 febbraio 2020 - Laura Tussi e Fabrizio Cracolici
  • La roulette russa a Taranto
    Un video ideato per la manifestazione contro l'inquinamento a Taranto del prossimo 26 febbraio

    La roulette russa a Taranto

    Il nuovo video del regista Giuseppe Giusto dura appena due minuti ma è un vero e proprio colpo allo stomaco. Tra l'estremo e il paradossale, ci scaraventa dentro il dramma dell'inquinamento partendo dall'immagine di una pistola puntata alla tempia e dalla metafora della roulette russa
    16 febbraio 2020 - Alessandro Marescotti
  • La decisione di forzare ArcelorMittal a produrre è in contrasto con la sentenza della CEDU
    Lettera al presidente del Consiglio

    La decisione di forzare ArcelorMittal a produrre è in contrasto con la sentenza della CEDU

    Lo Stato italiano ha scelto di esporre migliaia di cittadini inermi a un inquinamento che la scienza definisce "non accettabile". La valutazione predittiva dei danni sanitari futuri (la VIIAS, Valutazione Integrata di Impatto Ambientale e Sanitario) considera pericolosa l'attuale produzione.
    6 febbraio 2020 - Associazione PeaceLink
pagina 1 di 23 | precedente - successiva
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.34 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)