Diritti Animali

Il ministro racconta di aver avuto anche una tigre Legambiente perplessa chiede l'intervento della Forestale

"Calderoli ha due lupi E' pronto per il circo"

Il ministro racconta di aver avuto anche una tigre
Legambiente perplessa chiede l'intervento della Forestale
"Calderoli ha due lupi E' pronto per il circo"
E il Wwf: "Ma chi gli ha affidato animali protetti?"
La replica: "Vengano a vedere, c'è bisogno di carne fresca"
31 agosto 2005

Calderoli "Calderoli è pronto per il circo". Il ministro delle Riforme ha confessato di avere due cuccioli di lupo in giardino e di avere avuto anche una tigre. Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente, lo attacca. "Se fosse vero che il ministro tiene in casa questi animali - continua Ferrante - sarebbe auspicabile un intervento del Corpo Forestale".

Nell'intervista alla Stampa il ministro aveva raccontato di aver dato via la tigre, dopo che gli aveva divorato un cane. "A casa Calderoli serve un bravo domatore - ironizza Ferrante - poi sarà lui a decidere su chi concentrare il suo addestramento". Per il deputato della Margherita, Ermete Realacci, Calderoli "opera in totale sprezzo delle leggi e del ridicolo".

Perplessità dal Wwf. "Ma chi gli ha affidato i lupi?" -sostiene Massimiliano Rocco, responsabile Fauna - il ministro sta commettendo un atto illegale: esistono delle precise norme che vietano la detenzione di questo tipo di animali".

Il ministro replica con una nota: "Si parla di me, con tutti i problemi che ci sono nel paese. Ho sempre avuto tanti animali. Se qualcuno vuole accertarsi della tipologia dei lupi, venga a controllare: c'è sempre bisogno di carne fresca".

Articoli correlati

  • La catena dell'impunità
    Disarmo
    Guerre di Israele e nostre complicità

    La catena dell'impunità

    Inchiesta sulla storia degli armamenti israeliani e sulle complicità dell'Occidente e dell'Italia nella guerra condotta ai danni della popolazione civile in Palestina
    12 marzo 2024 - Rossana De Simone
  • L'estrema destra israeliana in guerra contro Gaza e Cisgiordania
    Disarmo
    Evidente dimostrazione di due pesi e due misure

    L'estrema destra israeliana in guerra contro Gaza e Cisgiordania

    La risposta iniziale di Israele all'attacco è stata quella di interrompere tutta l'elettricità, il cibo, le medicine e l'acqua nell'intera area. Nessuno stato può fare queste cose a un altro stato, ma può farlo a un territorio che circonda e domina.
    1 novembre 2023 - Rossana De Simone
  • Industria bellica S.p.A.: come fabbricare la guerra infinita
    Disarmo
    La cooperazione UE-NATO è un pilastro fondamentale della stabilità e della sicurezza europea

    Industria bellica S.p.A.: come fabbricare la guerra infinita

    La guerra sotto forma di necessità economica fa sicuramente bene ai rendimenti azionari dei maggiori appaltatori della difesa a livello mondiale
    18 aprile 2023 - Rossana De Simone
  • La nuova deterrenza nucleare: folle corsa al riarmo convenzionale e nucleare
    Disarmo
    rinuncia al principio del "non primo uso" dell'arma nucleare

    La nuova deterrenza nucleare: folle corsa al riarmo convenzionale e nucleare

    i Paesi dotati di armi nucleari puntano a modernizzare gli arsenali e ad aumentare il numero di testate
    LA NATO considera impossibile l’adesione all’Alleanza e contemporaneamente al TPNW
    19 febbraio 2023 - Rossana De Simone
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)