Diritti Animali

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Noi analizziamo l'inquinamento e tu puoi aiutarci
    Basilicata

    Noi analizziamo l'inquinamento e tu puoi aiutarci

    Il tuo 5x1000 per Cova Contro
    27 aprile 2018 - Cova Contro
  • "L'Italia espelle diplomatici russi in servile ossequio alla fedeltà atlantica e sulla base di fake news!"
    Dal comunicato della Rete NoWar:

    "L'Italia espelle diplomatici russi in servile ossequio alla fedeltà atlantica e sulla base di fake news!"

    Con l'affare Skripal, la Gran Bretagna aizza la Guerra Fredda. Orchestra una grossolana montatura contro la Russia e poi, all'unisono, quasi tutti i paesi della NATO espellono “per solidarietà” oltre 100 diplomatici russi. Eppure la GB ha emesso un verdetto senza prove, senza inchiesta indipendente, senza far vedere i rilievi del laboratorio. Un linciaggio bell'e buono.
    31 marzo 2018 - Rete NoWar - Roma
  • Lo stato di salute della Puglia

    Analisi delle cause di decesso in Puglia

    Gli open data ed l'elaborazione statistica statistica hanno consentito questi risultati
    23 marzo 2018 - Antonello Russo
  • Approvata il 4 luglio 2017

    Puglia, mozione per il disarmo nucleare

    Il Consiglio Regionale della Puglia impegnano il Presidente della Regione e la Giunta regionale a richiedere al Governo nazionale di rispettare il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari e, attenendosi a quanto da esso stabilito, a porre in essere iniziative finalizzate alla rimozione da parte degli Stati Uniti d’America di qualsiasi arma nucleare dal territorio italiano e alla loro rinuncia a installarvi i nuovi ordigni B61-12 e qualsivoglia altra arma nucleare.
17 settembre 2005

Manifestazione nazionale contro la caccia a Firenze

L'associazione italiana familiari e vitteme della caccia aderisce per denunciare la pericolosità per tutti i cittadini dell'attività venatoria
8 settembre 2005
Fonte: Campagna Caccia il Cacciatore
www.cacciailcacciatore.org - info@cacciailcacciatore.org
4-9-2005

. Il 17 settembre a Firenze, in piazza della Signoria alle ore 10.30, si ritroveranno le varie anime del movimento anticaccia italiano.
Chi ne chiede l'abolizioni per motivi ambientalisti - terreni, acque, e gli
animali stessi, avvelenati da tonnellate di piombo delle cartucce
sparate dai cacciatori - chi per difendere gli animali - centinaia di milioni di animali selvatici e d'allevamento uccisi solo per divertirsi - e chi per porre fine ad una attivita' pericolosa per tutte le persone, attivita' che causa ogni anno decine di morti e feriti (quest'anno si contano gia' 2 morti e 2 feriti in soli 3 giorni) e che rende impossibile godere della natura a chi gira disarmato e inerme con la propria famiglia.

Di quest'ultimo gruppo fa parte l'Associazione Italiana Familiari e Vittime
della Caccia, che ha lo scopo di contrastare la pratica venatoria per la sua
pericolosit per l'incolumit pubblica, e che cerca di risolvere le tante
situazioni di disagio, anche grave, che questa comporta a molte famiglie
italiane.

Che non si possa godere liberamente della natura quando la caccia e'
aperta lo conferma anche il vice questore aggiunto forestale e responsabile del nucleo operativo antibracconaggio Isidoro Furlan il quale ha nei giorni scorsi dichiarato alla stampa che il rischio di essere impallinati se si nascosti fra gli arbusti "puo' essere davvero alto". Egli sembra ritenere pero' che stia a chi passeggia tra i boschi l'onere di non farsi impallinare dai cacciatori, che debba vestirsi con abiti sgargianti e debba farsi riconoscere subito appena sente passi umani o latrati di cani.

"Insomma" dichiarano i rappresentanti dell'Associazione Vittime "se vieni
impallinato mentre passeggi o cerchi funghi, e' colpa tua! Noi non siamo
d'accordo, e saremo a Firenze il 17 settembre, per dare voce alle tante
persone che ci hanno scritto per raccontare la propria angoscia e il proprio disagio, per chiederci di aiutarle a liberarsi dai soprusi dei cacciatori". L'invito verra' esteso agli aderenti ai Comitati di Cittadini "Caccia il Cacciatore", piu' di diecimila persone, in crescita continua.

La manifestazione nazionale e' organizzata dalla Lega Abolizione Caccia: per maggiori informazioni e per scaricare il volantino e la locandina si
consulti il sito www.abolizionecaccia.it
Per informazioni e adesioni alla campagna Caccia il Cacciatore promossa dall'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Caccia si consulti il sito www.cacciailcacciatore.org

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)