Berlino

Silo interviene al Vertice dei Premi Nobel: «Per un mondo nonviolento»

Durante le celebazioni per la caduta del muro, al Vertice dei Premi Nobel per la Pace c'era un invitato d'onore, Silo, fondatore dell'Umanesimo Universalista, che ha affermato la possibilità della costruzione di una Nazione Umana Universale fondata sulla cultura della novilenza attiva, su una nuova sensibilità che si traduca in azioni esemplari.

13 novembre 2009
Fonte: Pressenza http://www.pressenza.com - 11 novembre 2009

Dopo le celebrazioni per la caduta del muro, il decimo vertice dei Nobel per la pace ha avuto come ospite d'onore Silo, fondatore dell'Umanesimo Universalista e ispiratore della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, che ha affermato la possibilità della costruzione di una Nazione Umana Universale fondata sulla cultura della nonvilenza attiva.

Silo ha ricordato che il mondo è oggi minacciato da un'alta probabilità di conflitti o di incidenti nucleari a causa della corsa agli armamenti e dell'occupazione militare violenta dei territori. Ha denunciato gli irresponsabili interessi economici dei poteri forti, allo stesso tempo della follia assassina dei gruppi violenti. Ha insistito sulla necessità di svegliare una coscienza globale a favore della pace e del disarmo e sull'urgenza di far nascere una nuova sensibilità, una vera "ripulsa" contro ogni tipo di violenza, non solo fisica ma anche economica, raziale, psicologica, religiosa e di genere; questa sensibilità dovrà trasformarsi in azioni sociali esemplari. Ed ha citato alcune di queste azioni. La più recente in Repubblica Ceca contro lo scudo spaziale statunitense: dopo un anno di lotte si è ottenuto il rinvio della firma del trattato e poi la sua definitiva cancellazione, dopo l'arrivo di Obama.

Dopo aver ricevuto dalle mani di Mairead Corrigan Maguire la «Carta per un mondo senza violenza», redatta dai premi Nobel per la Pace, Silo si è impegnato a nome del Movimento Umanista e dei suoi organismi a dffondere ed esere ambasciatori di questa Carta in modo che abbia la massima diffusione; ed a fare questo tramite la Marcia Mondiale per La Pace e la Nonviolenza che dal 2 Ottobre percorre un centinaio di paesi dei 6 continenti e che già mostra i segni di una mobilitazione sociale senza precedenti.

Silo ha detto anche: «Solo questo tipo di azione sociale esemplare ha la capacità di seppellire le attuali strutture sociali e produrre un cambiamento radicale nel mondo» ed ha aggiunto che «la vera forza nasce dall'atto semplice di colui che aderisce in modo cosciente a una causa degna e la condivide con gli altri».

Note: Il discorso integrale:

http://www.pressenza.com/npermalink/il-significato-della-pace-e-la-non-violenza-nel-momento-attualex-la-marcia-mondialex

Articoli correlati

  • Il Libro "Il dialogo per la pace" in eBook
    Pace
    Le Nuove Tecnologie alleate alla Pace e alla Nonviolenza

    Il Libro "Il dialogo per la pace" in eBook

    Il testo, presente e disponibile in tutte le librerie, rievoca l'adagio di Vittorio Arrigoni "Restiamo Umani", nel continuare a credere convintamente in un mondo senza bandiere, barriere, limiti, confini, per una presente e futura Umanità, "contro ogni razzismo"
    13 luglio 2019 - Laura Tussi
  • ODISSEA - David Maria Turoldo, il Resistente
    Storia della Pace
    La Rivista ODISSEA, Direttore Angelo Gaccione, presenta la Recensione:

    ODISSEA - David Maria Turoldo, il Resistente

    Recensione al Libro "David Maria Turoldo, il Resistente" di Laura Tussi e Fabrizio Cracolici.
    ODISSEA "Nessuna grande cultura può trovarsi in rapporto obliquo con la verità" Robert Musil.
    13 luglio 2019 - Laura Tussi
  • Parlamento tedesco: protesta contro la mozione anti-BDS 
    Palestina
    Berlino. Si chiede al governo tedesco di lottare contro razzismo e apartheid

    Parlamento tedesco: protesta contro la mozione anti-BDS 

    Il BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni) è il movimento globale nonviolento composto da attivisti palestinesi, israeliani e persone della società civile il cui scopo è di perseguire la piena uguaglianza in termini di libertà, giustizia e dignità nella terra Palestina e Israele
    13 luglio 2019 - Laura Tussi
  • Proseguono gli scioperi della fame dei prigionieri palestinesi
    Palestina
    Articolo di Alessandra Mincone da Nena News

    Proseguono gli scioperi della fame dei prigionieri palestinesi

    Dalla prigione di Ashqelon a quella di Damon i detenuti palestinesi, donne e uomini, portano avanti questa forma di protesta che riesce a frenare abusi e restrizioni attuate dalle autorità carcerarie israeliane
    10 luglio 2019 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.24 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)