TuttiGiuPerTerra

Dal sito

Campagna: firma contro le bombe a grappolo dei soldati usa

Campagna conclusa

Promossa da: paolo ciulli (amnesty)
Il 1° aprile almeno 35 civili - tra cui molti bambini - sono stati uccisi ed altri 300 sono rimasti feriti a seguito di un attacco militare lanciato dalle forze statunitensi contro la città di al-Hilla. Amnesty International è sconcertata per le notizie secondo le quali, durante l'attacco, sono state utilizzate bombe a grappolo. invia petizione ambasciatore usa

Amnesty International ha espresso profonda preoccupazione per l'alto numero
di vittime civili che la guerra in Iraq sta provocando e per il ricorso
alle bombe a grappolo nel corso di attacchi militari contro aree densamente
popolate.

Il 1° aprile almeno 35 civili - tra cui molti bambini - sono stati uccisi
ed altri 300 sono rimasti feriti a seguito di un attacco militare lanciato
dalle forze statunitensi contro la città di al-Hilla. Amnesty International
è sconcertata per le notizie secondo le quali, durante l'attacco, sono
state utilizzate bombe a grappolo.

"L'uso delle bombe a grappolo ad al-Hilla costituisce un attacco
indiscriminato e una grave violazione del diritto internazionale
umanitario" - ha accusato l'organizzazione per i diritti umani.

"Se gli USA parlano seriamente quando dicono di voler proteggere la
popolazione civile, allora devono impegnarsi pubblicamente a sospendere
l'uso delle bombe a grappolo. Continuare a usarle significherà causare
indiscriminatamente morti e feriti tra la popolazione civile".

Secondo le informazioni ricevute da Amnesty International, ad al-Hilla sono
state usate bombe a grappolo del tipo BLU97 A/B. Ognuna di esse contiene
202 ordigni - denominati BLU 97 - di dimensioni simili a una lattina da
bibita. Le bombe a grappolo si spargono su un'area pari a quella di due
campi da calcio. In almeno il 5% dei casi, gli ordigni contenuti al loro
interno non esplodono all'impatto al suolo, trasformandosi in mine
anti-persona e prolungando nel tempo il rischio di morte per chiunque vi
entri in contatto.

Adesioni dal 4 aprile 2003: 15 persone

Dal sito

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)