Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

"la rabbia nel cuore" (la rage au coeur) di Ingrid Betancourt - Editions XO -

[Ingrid Betancourt, franco-colombiana, militante nella difesa dei diritti umani, ha fondato il partito di centro-sinistra "Partido Verde Oxígeno".
E' stata rapita il 23 febbraio 2002 dalla guerriglia delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC). Da allora di lei si e' persa ogni traccia.
Poco tempo prima, con la rabbia nel cuore, aveva scritto questo libro...]
24 settembre 2007

Ingrid: una bambina felice che in Francia, nella sua casa al limite del bosco, raccoglie coccinelle. Parla francese alla scuola materna, ma a casa sua sente parlare tutte le lingue del mondo dagli ospiti dei suoi genitori. Suo padre, francese, e' direttore aggiunto dell'UNESCO, ministro dell'educazione e ambasciatore in Colombia; sua madre, colombiana, e' impegnata socialmente e politicamente.

Ingrid: una ragazzina serena che ascolta, seduta al pianoforte, le conversazioni dei suoi genitori e dei loro amici; e i loro amici sono Gabriel Garcia Marquez, Fernando Botero e Pablo Neruda. Quando Ingrid confessera' a "zio Pablo" che anche lei scrive versi, lui le dira': allora, siamo colleghi!

Ingrid: una giovane e bella donna che, sposato un diplomatico francese, vive, con lui e i loro due bambini, alle Seychelles.

Una vita agiata da sempre, fino al giorno in cui la Betancourt decidera' di tornare a vivere nel suo paese e di cercare di aiutarlo, questo suo paese! Vorrebbe, infatti, ripulire la Colombia dalla corruzione e dalla violenza ed e' disposta a pagare qualsiasi prezzo pur di riuscirci.

E il prezzo che paghera' sara' altissimo.
I figli a diecimila chilometri di distanza e le minacce di morte a domicilio. Ma Ingrid Betancourt crede e spera ancora di riuscire a diventare il Presidente del suo paese...

Le cose poi, purtroppo, andranno diversamente, ma questo Ingrid, quando in questo suo libro, con la rabbia nel cuore, ci racconta la sua vita e i suoi progetti, ancora non lo sa...

Articoli correlati

  • Colombia: un regime criminale e una oligarchia assassina
    Latina
    Sei omicidi di ex combattenti e di almeno 32 leader sociali

    Colombia: un regime criminale e una oligarchia assassina

    La Missione di Verifica dell'Organizzazione delle Nazioni Unite in Colombia (ONU) con un comunicato in data 9 maggio ha espresso preoccupazione per gli omicidi di ex membri delle forze armate rivoluzionarie dell'esercito popolare colombiano (FARC-EP), che in buona fede hanno deposto le armi.
    10 maggio 2020 - Francesco Cecchini
  • Nuove minacce contro il Venezuela bolivariano
    Latina
    Una taglia sul presidente Maduro e altri dirigenti chavisti

    Nuove minacce contro il Venezuela bolivariano

    La Colombia al fianco degli Stati uniti per destabilizzare il paese
    8 aprile 2020 - David Lifodi
  • America latina: dal corona virus al corona golpe
    Latina
    Provvedimenti repressivi in Uruguay, Bolivia, Colombia, Cile

    America latina: dal corona virus al corona golpe

    La pandemia utilizzata dai governi di destra per ristabilire l’ordine pubblico. E crescono gli omicidi contro i lottatori sociali
    3 aprile 2020 - David Lifodi
  • Le Ande rivendicano democrazia e giustizia sociale
    Latina
    In Bolivia, Cile e Colombia prosegue la protesta

    Le Ande rivendicano democrazia e giustizia sociale

    Duque, Piñera e Añez rappresentano solo gli interessi dell’oligarchia
    8 dicembre 2019 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)