Disarmo

RSS logo

Mailing-list Disarmo

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Disarmo

...

Articoli correlati

  • F-35

    F-35

    La cinica conclusione nella Relazione speciale sulla partecipazione italiana al Programma F-35 Lightning II della Corte dei conti e la cupa posizione dei sindacati confederali. Di fatto le forze aeree straniere che utilizzano l’F-35 saranno costrette a finanziare con 150 milioni di dollari i laboratori software degli Stati Uniti occupati quasi per il 50% da personale statunitense
    1 settembre 2017 - Rossana De Simone
  • Le bugie sull’Afghanistan
    Nessuna ricostruzione nonostante i 100 miliardi di dollari spesi dagli USA

    Le bugie sull’Afghanistan

    Un triste bilancio sulla missione USA in Afghanistan mentre Trump rilancia e promette "più uomini fino alla vittoria finale"
    24 agosto 2017 - Matthew Hoh
  • New York

    L'era atomica sta per finire - di Alfonso Navarra

    Oggi all'ONU si è varato un Trattato per proibire gli ordigni nucleari.
    7 luglio 2017 - Laura Tussi
  • A New York la riunione ICAN
    Campagna internazionale per la messa al bando delle armi nucleari

    A New York la riunione ICAN

    La mattina di mercoledi 6 luglio affollata riunione dell’ICAN, con quasi un centinaio di partecipanti e molti interventi. La linea che è emersa definisce prioritario il portare a casa il Trattato di fronte alle pressioni ed ai ricatti che crescono per arenare la proibizione giuridica delle armi nucleari.
    6 luglio 2017 - Alfonso Navarra
La Germania

«Un errore, divide l'Europa»

14 aprile 2007
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

Il ministro della Difesa tedesco, Franz Jung, ritiene che i progetti di Washington per la costruzione di uno scudo antimissile nell'Europa centrorientale rischiano di proteggere solo il quadrante settentrionale del continente, lasciando interamente scoperto il Sud, non risparmiato dalla potenziale minaccia dei missili balistici dei cosiddetti «Stati canaglia». In un intervento davanti alla commissione affari esteri del Parlamento europeo a Bruxelles, Jung, in veste di ministro del Paese che detiene la presidenza di turno Ue, ha detto che il sistema di difesa missilistica oggetto di negoziati tra Stati Uniti, Polonia e Repubblica Ceca, potrebbe portare a una «divisione dell'Europa». «Si tratta di un errore», ha affermato Jung, ribadendo la posizione della Germania: «Gli Usa devono discuterne in seno alla Nato, non trattare accordi separati con Polonia e Repubblica Ceca». E Italia, aggiungeremmo.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)