Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

"I giorni degli assegni in bianco ai contractor del governo sono finiti"

5 marzo 2009

Obama e McCain contro gli sprechi: "I giorni degli assegni in bianco ai contractor del governo sono finiti"
http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=109066

Circa una settimana fa durante una udienza del Congresso è stata presentata una relazione del Accountability Office (GAO) centrata sui contratti di appalto ad imprese private, soprattutto nel campo della Difesa, che ha rilevato scorrettezze relative alle procedure previste (gare d'appalto), lo scarso controllo sulla qualità del lavoro eseguito nonchè il valore dello stesso.
Si tratta di uno studio dello scorso anno in cui si è riscontrato che i grandi progetti di acquisizione della difesa hanno superato il costo previsto del 26 per cento, per un totale di $ 295 miliardi per l'intera durata dei progetti.

Obama targets fraud and waste in contracts
http://www.boston.com/news/politics/politicalintelligence/2009/03/obama_targets_f.html

La Commissione sui contraenti di guerra (CWC), organizzazione indipendente istituita per studiare i contraenti di guerra in Iraq e in Afghanistan e ispirata dal lavoro del "Comitato Truman", ha il compito di valutare gli abusi, le frodi e la cattiva gestione dei contratti di guerra, ha il potere di tenere udienze e di sottoporre al Procuratore generale qualsiasi violazione o potenziale violazione di legge ed è tenuta a rilasciare almeno due relazioni, una relazione intermedia e una relazione finale al Congresso.
La relazione finale deve contenere i risultati, individuare le lezioni apprese e includere raccomandazioni specifiche per i miglioramenti da apportare in una vasta gamma di questioni relative ai contraenti di guerra.
Nel 1940, quando il Congresso degli Stati Uniti doveva valutare la partecipazione attiva alla Seconda Guerra Mondiale, il senatore Truman entrò nel merito dei contratti per la Difesa (circa 10 miliardi di dollari) effettuando visite nelle basi militari e dando una occhiata ai profitti delle società con sedi in Oriente. Il risultato di queste ispezioni fu che i contraenti erano ben pagati indipendentemente dall'efficienza prodotta.
Oggi la Commissione ha rilevato vari esempi di inefficienza o corruzione come nel caso dell'Esercito che nel 2005 decideva di non fare più affari con un imprenditore tedesco perchè aveva venduto "potenziale nucleare per fabbricare bombe" per la Corea del Nord, tranne poi aggiudicare all'azienda un contratto di 4 milioni di dollari nel 2006.
Oppure quando la Marina Militare decide di interrompere l'aggiudicazione degli appalti nei confronti di una società dopo che un dipendente aveva sabotato le riparazioni su una portaerei, ma un mese dopo la stessa Marina aggiudicava alla società tre nuovi contratti. Pare che l'errore sia stato fatto da un agente che si è dimenticato di controllare l'elenco delle società escluse.

Missouri Senator Harry S. Truman chairs a Special Committee to Investigate the National Defense Program. The 'Truman Committee' saved taxpayers millions of dollars by reducing waste and corruption among miliary contractors
http://www.senate.gov/artandhistory/history/common/slideshow/senate_goes_to_war.jsp

EXCLUDED PARTIES LIST SYSTEM. Suspended and Debarred Businesses and Individuals Improperly Receive Federal Funds
http://www.gao.gov/new.items/d09174.pdf

New York Times: Tangentopoli americana a Baghdad
http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=106731

La tendenza verso una maggiore esternalizzazione delle attività militari ha portato ad una rapida espansione delle agenzie private che forniscono servizi tecnici, manutenzione delle apparecchiature, tecnologia dell'informazione, operazioni di supporto e facilitazione alle strutture di gestione e logistica, sicurezza. Uno studio:

The private military services industry
http://books.sipri.org/files/insight/SIPRIInsight0801.pdf

 

 

Articoli correlati

  • La nostra solidarietà ai giovani americani
    Editoriale
    Protestano pacificamente contro il sostegno militare Usa all'esercito israeliano

    La nostra solidarietà ai giovani americani

    Chiedono un cambiamento significativo nella politica di Biden verso Israele ma ottengono pallottole e arresti. Catherine Elias - leader della protesta - dice: "Siamo nel Paese che non solo finanzia, ma produce e crea anche la maggior parte delle bombe che vengono lanciate su Gaza".
    26 aprile 2024 - Redazione PeaceLink
  • "La Cina è un affronto all'idea egemonica degli Stati Uniti"
    Economia
    Intervista a Jeffrey Sachs sulla guerra in Ucraina, la Nato, l'Europa, gli USA e la Cina

    "La Cina è un affronto all'idea egemonica degli Stati Uniti"

    "Gli Stati Uniti hanno chiamato il primo ministro Meloni e hanno detto di uscire dalla Via della Seta. Pensate che abbia avuto da sola quell’idea? L'idea statunitense è che nessuno debba rivaleggiare con la potenza degli USA. Dovremmo invece puntare a costruire un mondo multipolare e cooperativo".
    6 febbraio 2024 - Jeffrey Sachs
  • Schede
    Il 26 maggio 2004 il New York Times riconobbe i propri errori pubblicando un articolo

    Le presunte armi di distruzione di massa di Saddam in Iraq

    Giornali come il New York Times, fino al 2003 ostili alla guerra, finirono per accettare come veritiere le affermazioni di Powell e per considerare ineluttabile l'intervento armato. A guerra terminata non fu trovata alcuna traccia di quelle fantomatiche armi.
    16 novembre 2023
  • L'Assemblea generale dell'ONU vota per la fine dell'embargo a Cuba
    Latina
    Una sola nazione si è astenuta: l'Ucraina

    L'Assemblea generale dell'ONU vota per la fine dell'embargo a Cuba

    Solo due nazioni hanno votato per mantenere l'embargo: Stati Uniti e Israele.
    L'embargo a Cuba è stato istituito dagli Stati Uniti nel 1960, in risposta alla rivoluzione cubana guidata da Fidel Castro. L'anno successivo la CIA organizzò anche un tentativo di invasione che però fallì.
    3 novembre 2023 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)