Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Malumore in aumento alla base USA della Maddalena

Scuole: scatta l’ora dell’autogestione

Al “Dettori” gli studenti protestano cambiando gli argomenti delle lezioni.
Si discute di Iraq, base Usa e riforma Moratti con esperti e consiglieri regionali
19 dicembre 2004 - Giuseppe Scano
Fonte: www.lanuovasardegna.it [edizione di Olbia del 17\12\2004]
www.unionesarda.it [edizione Gallura del 20\12\2004] - 19 dicembre 2004

I lavori per l'ampliamento della base Usa della Maddalena/Santo Stefano, e i risultati "rassicuranti" di laboratori militari vicino al governo che vengono smentiti da quelli francesi e indipendenti (contestati oltre che dal governo e militari, da gente favorevole alla base per motivi economici) hanno portato, soprattutto dopo l'incidente dello scorso anno e altri boati misteriosi, la gente ad interrogarsi sui fatti.

Un polo scolastico cittadino della mia città, il “Dettori”, che comprende liceo classico, scientifico, psicopedagogico e linguistico, è in autogestione e ha convocato un'assemblea su questo problema.

Riporto stralci dalla cronaca locale:

<<[...] Quasi a voler scongiurare il sospetto, di cui più di un insegnante non fa mistero, che l’autogestione sia solo un pretesto poco originale per anticipare le vacanze. Così, se oggi parleranno della guerra in Iraq, domani affronteranno un argomento non meno attuale: il caso di La Maddalena e della base americana. Per saperne di più gli studenti hanno invitato Salvatore Sanna, ex componente del Comitato paritetico, il segretario regionale dell’Unac (Unione Nazionale Associazione Carabinieri), Michele Garau, e una delegazione dell’Irs (---)>>.

Il gruppo Irs (indipendenza repubblica sardegna http://www.indipendentzia.net), è impegnato nella lotta contro l'ampliamento della base militare americana di La Maddalena.

Iniziative politiche e pratiche sono già state intraprese dal movimento. Nell'assemblea autogestita si è partiti dalla base Nato della Maddalena per poi approfondire il tema delle basi Nato in Sardegna infatti secondo il quotidiano l'Unione Sarda:

< Sale ha ripercorso tutta la storia della base statunitense di La Maddalena, mettendo l'accento sugli aspetti più strettamente giuridici della questione. Un tema toccato anche da Salvatore Sanna, ex consigliere comunale maddalenino e a suo tempo membro della commissione paritetica istituita per affrontare le problematiche della presenza americana a La Maddalena. Una testimonianza importante, quella di Sanna, utile a descrivere una situazione del tutto particolare, rispetto alle altre basi militari della Sardegna. All'incontro ha partecipato in rappresentanza dell'Unione Nazionale Arma Carabinieri, il segretario regionale Michele Garau.>>.

Da testoimonianza diretta dello scrivente, gli interventi di professori ed alunni erano molto interessanti, pieni di voglia di conoscere tali argomenti.
I lavori della base della Maddalena sono solo la punta dell'icesberg del problema delle basi che occuopano oltre la metà [26.000 ettari su 40.000] dell'intero territorio nazionale.

Note: Per ulteriori informazioni è possibile consulare la sezione d'Indymedia sardegna ed il sito di Irs.
Segnalo "il paginone" features del 25\01\2004 disponibile all'indirizzo http://italy.indymedia.org/features/sardegna/

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.18 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)