MESSAGGIO DEL SEGRETARIO GENERALE DELLE NAZIONI UNITE BAN KI-MOON IN OCCASIONE DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA NONVIOLENZA

Ieri 2 ottobre, anniversario della nascita del Mahatma Gandhi, il messaggio del segretario delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon ha evidenziato l'importanza della nonviolenza gandhiana nel mondo attuale.
3 ottobre 2008

Gandhi in Inghilterra

Pubblichiamo il messaggio del segretario delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon in occasione della Giornata Internazionale della nonviolenza

"La Giornata internazionale della nonviolenza, celebrata nell'anniversario della nascita del Mahatma Gandhi, assume quest'anno un significato speciale.
Nel 2008 ricorre infatti il sessantesimo anniversario della Dichiarazione dei diritti umani.
Esiste una connessione filosofica profonda tra i principi fondamentali contenuti nella Dichiarazione e quelli cui si e' ispirato il Mahatma Gandhi.
Il Mahatma Gandhi trovo' sempre la risposta nell'azione. Come egli era solito dire, "Un minimo di pratica vale piu' di tante prediche".
Sta a noi emulare il suo spirito attraverso la pratica della dottrina della nonviolenza, della giustizia e della pace.
Il lascito e i principi del Mahatma, contenuti nella Dichiarazione dei diritti umani, vengono oggi trasmessi attraverso le celebrazioni della Dichiarazione e le attivita' svolte dalle Nazioni Unite e dai suoi partner nella societa' civile: capi religiosi, insegnanti, artisti e molti altri.
Il nostro compito e' garantire che i diritti contenuti nella Dichiarazione rappresentino una realta' viva, conosciuta, condivisa e celebrate da tutti e ovunque.
Spesso, sono proprio coloro che hanno bisogno che i propri diritti siano tutelati a dover essere informati che tali diritti esistono, ed esistono per loro.

A molti nel mondo e' ancora negato l'accesso ai diritti fondamentali. Per questo gli insegnamenti del Mahatma Gandhi sono oggi piu' importanti che mai.
Nella Giornata internazionale della nonviolenza e in occasione del sessantesimo anniversario della Dichiarazione dei diritti umani, possa il Mahatma Gandhi guidarci nella nostra missione".

Note: Dall'Unric - United Nations Regional Information Centre for Western Europe
(sito: www.unric.org e per maggiori specifiche informazioni:
www.un.org/events/nonviolence/2008/ ).

Articoli correlati

  • Scuola. Il viaggio senza fine
    Pace
    Esperienze di educazione alla pace

    Scuola. Il viaggio senza fine

    A scuola è necessario imparare a riconoscere e gestire anche la parte emotiva dell’apprendimento: stati d'animo, insicurezza, esigenza di supporto da parte dell'adulto, sofferenza psichica, disagio emotivo.
    9 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Riflessioni di un obiettore di coscienza e di una attivista
    Pace
    Ricorda Calamandrei: basta guerre, distruzioni, viviamo in altri modi e mondi possibili

    Riflessioni di un obiettore di coscienza e di una attivista

    Dalla Seconda Guerra Mondiale, al processo di Norimberga, dai movimenti per la nonviolenza e il disarmo, fino a arrivare alle Università per la Pace
    12 dicembre 2020 - Laura Tussi
  • L’Agenda delle idee
    Cittadinanza
    A scuola con Agenda Onu 2030

    L’Agenda delle idee

    Progetti di sviluppo dell’educazione all’attivismo partecipativo in base agli obiettivi di Agenda Onu 2030
    5 dicembre 2020 - Laura Tussi
  • Esperienze di attivismo: dialoghi con Laura Tussi
    Pace
    Attivismo di pace e nonviolenza

    Esperienze di attivismo: dialoghi con Laura Tussi

    Lavorare in rete, tessere complicità e punti di forza con tutti i compagni di viaggio in cammino verso la pace e la nonviolenza
    14 novembre 2020 - Fabrizio Cracolici
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)