Latina

Nicaragua: Governo sandinista consegna migliaia di titoli di proprietà

Più di 110 mila proprietà legalizzate in quattro anni
7 luglio 2011
Giorgio Trucchi

Daniel Ortega consegna titoli di proprietà (Foto CCC - Jairo Cajina)

Il presidente Daniel Ortega ha inaugurato questo mercoledì (6/7) la seconda fase del processo di legalizzazione delle proprietà di migliaia di famiglie nicaraguensi e ha assicurato che durante il 2011 verranno consegnate più di 43 mila  nuove scritture, per un totale di oltre 116 mila durante i suoi quattro anni e mezzo di governo. L'attività, che si è svolta nella Casa dei Popoli a Managua, ha contato con la partecipazione di cittadini provenienti da tutto il Paese in rappresentanza delle decine di migliaia di persone beneficiate dal progetto, che riceveranno la propria scrittura direttamente a casa dalle mani di funzionari dell'Istituto nazionale dell'abitazione urbana e rurale (Invur).

Stiamo parlando di oltre 22 mila proprietà urbane e quasi 22 mila rurali, per un totale di 43.916 scritture. A questo dobbiamo sommare quelle già consegnate dal governo sandinista tra il 2007 e il 2010. In quasi quattro anni e mezzo, quindi, sono state legalizzate 116.428 proprietà, risolvendo in buona parte uno dei problemi più annosi che il Nicaragua si trascina oramai da oltre trent'anni.

A questo importante risultato dobbiamo anche aggiungere i 15 titoli territoriali consegnati nel 2010 alle comunità ed etnie originarie e autonome del Nicaragua. Un totale di 22.479 mila Km² che rappresenta più del 18 per cento del territorio nazionale e una superficie superiore a quella del Salvador. A questo proposito, Ortega ha inoltre informato che sono già pronti 4 degli altri 7 titoli territoriali reclamati dalle popolazioni della Costa Caribe del Nicaragua. Altri 6 mila Km² che porterebbe a oltre 28 mila Km² il totale delle terre legalizzate a favore delle popolazioni originarie. Si sta inoltre lavorando per la demarcazione territoriale e la consegna degli ultimi 3 titoli. Alla fine di quest'operazione, alle popolazioni autonome del Nicaragua verrà garantita la proprietà di oltre 36 mila km² compresi tra il Río Coco (frontiera con l'Honduras) e il Río San Juan (frontiera con il Costa Rica), 3 mila in più dell'antica Mosquitia.
 
Durante l'attività, il presidente nicaraguense ha anche ricordato che durante i tre governi neoliberisti che l'hanno preceduto sono stati consegnati solamente 41 mila scritture, cioè nemmeno un terzo di quanto fatto dal suo governo in soli quattro anni e mezzo. "I governi di Violeta Barrios, Arnoldo Alemán ed Enrique Bolaños, in 16 anni, hanno consegnato 41.474 scritture. Noi, in meno di cinque, ne abbiamo consegnate più di 116 mila. La differenza è più che evidente", ha segnalato Ortega.

Note: © (Testo e Foto Giorgio Trucchi - Lista Informativa "Nicaragua y más" di Associazione Italia-Nicaragua - www.itanica.org )
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)