Migranti

Lista Diritti Globali

Archivio pubblico

Campagna di sensibilizzazione sull'informazione sociale

MareNostrum Newsletter n° 0

Nota di Stefano Mencherini affidata all'ANSA su alcuni fatti di cronaca degli ultimi giorni
3 luglio 2005
Stefano Mencherini (regista RAI e giornalista indipendente)

01.3 luglio 2005

ANSA) - ROMA, 3 lug - Stefano Mencherini, giornalista indipendente e regista Rai.


Alcune brevi notizie, la prima. Apprendo che all'interno di Alleanza nazionale si mangiano l'un l'altro come cannibali e il sottosegretario leccese, Alfredo Mantovano, si spertica in dichiarazioni che chiedono al suo partito di ''ripartire dai nostri valori''.
Se i valori del leccese dott. Mantovano, aggiungo io, sono quelli che hanno coperto, anche indirettamente, le malefatte della fondazione Regina Pacis e della Guantanamo di San Foca, cosi' come di tutti gli altri Centri di permanenza italiani, c'e' poco da stare allegri.

Seconda notizia: sempre ipoteticamente collegata all'iper attivita' del dott.
Mantovano e del ministero dell'Interno: a Lecce i carabinieri del nucleo
provinciale guidati dal colonnello Luigi Robusto hanno riempito di ''blitz sotto l'ombrellone'' il fine settimana dei salentini e dei turisti in questa splendida terra. Sapete quali sono state le risultanze dei blitz? Un paio di bagni chiusi perche' il numero dei bagnanti era superiore a quello concordato con il comune di riferimento. Ci domandiamo: ma non ci sono cose piu' importanti su cui spendere i soldi dei contribuenti e l'impegno delle forze dell'ordine? Non siamo forse in una regione che ha il piu' alto tasso di lavoro nero e sotto ricatto del resto del Paese?

Terza notizia: apprendo dai mezzi di informazione che in Italia era operante un
nucleo di attivisti delle destre che giocavano a fare gli agenti dei servizi
segreti andando a curiosare perfino dentro i Centri di permanenza temporanea. Mi chiedo: ma il tentato omicidio subito da me e da Souiden Montassar, uno dei
magrebini che ha subito sevizie e violenze dentro il Cpt della Fondazione Regina
Pacis (sostenuta in primis da monsignor Cosmo Francesco Ruppi, arcivescovo di
Lecce e presidente della Cei di Puglia), e' da addebitare a questi gruppuscoli di esagitati che pero' hanno ottimi infiltrati, secondo quello che sta emergendo
della stampa, all'interno delle forze dell'ordine? E perche' mai nei giorni scorsi nessun quotidiano nazionale o locale, ne' tanto meno nessun telegiornale,hanno denunciato quanto accaduto al sottoscritto e al compagno di strada Montassar? (ANSA).

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)