Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Migranti e vittime di violenza

    Salvare vite garantendo diritti umani a tutti

    E' importante aderire firmando online con un proprio documento al sito welcomingeurope.it
    21 giugno 2018 - Tonio Dell'Olio (Mosaico di Pace)

     

    Migranti ICE – Iniziativa dei Cittadini Europei è una possibilità di partecipazione che ci si è dati nel tentativo di incidere maggiormente nelle scelte politiche dell'Unione Europea. Per questa ragione, nei giorni scorsi, ci si è imbarcati nella difficile strada di chiedere una direttiva “per la difesa di tutti coloro che danno assistenza a scopo umanitario, sia via terra sia via mare, salvando vite e garantendo i diritti umani di tutti, migranti e vittime di violenza in primis”
    Armi di distrazione di massa

    Per un Paese ricco come il nostro, tra i sette più industrializzati al mondo, non è un problema accogliere gente di altri continenti che scappa dalla miseria ed è anzi un dovere che bisognerebbe compiere senza discutere.
    Vogliamo parlare dei veri problemi, per favore? O fa più comodo non parlarne e distrarre da essi l'attenzione parlando sempre di migranti?

    Dino Barra

    - ci fa sapere il settore internazionale di Libera, che promuove la raccolta di firme, insieme a centinaia di organizzazioni della società civile europea. Ci sono ben 12 paesi dell'UE in cui “distribuire viveri, dare un passaggio o ospitare un migrante sono comportamenti per cui è possibile ricevere una multa o addirittura essere arrestati dalle autorità”. Insomma, la solidarietà e la miseria vengono criminalizzate anziché sostenute. Anche per questo diventa importante aderire firmando online con un proprio documento al sito welcomingeurope.it. Secondo le norme europee bisognerà raccogliere un milione di firme in 7 Paesi dell'UE entro febbraio 2019.
      
      
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)