Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Dal portale del giornale Vita un'altra storia di diritto di asilo negato in Italia

Immigrazione, aspettano l'asilo politico: espulsi

Protagonisti del caso 10 nigeriani che si trovavano a Torino

2 dicembre 2004 - Stefano Arduini
Fonte: www.vita.it - 02 dicembre 2004

Dieci nigeriani che avevano chiesto asilo politico in Italia, e che si trovavano a Torino, sono stati espulsi oggi, in applicazione della legge Bossi-Fini, prima che venisse discusso un loro ricorso. A riferirlo sono alcuni avvocati, che intendono cosi' dimostrare che nel capoluogo piemontese la legge non viene applicata completamente. ''Il problema - dicono Fabrizio De Silvestri e Giovanni Paolo Marturano - e' che a Torino non e' stata istituita la commissione territoriale che deve decidere sul riconoscimento dello status di rifugiato politico''. La conseguenza, osservano i legali, e' che se la Commissione centrale di Roma respinge in prima istanza la richiesta di asilo, si possono inoltrare i ricorsi, ma nel frattempo ''non esiste alcun modo concreto di bloccare l' iter per l' espulsione''. ''E cosi' - concludono De Silvestri e Marturano - l' immigrato e' costretto a ritornare nel suo paese di origine, dove se e' perseguitato corre dei gravissimi pericoli, senza potere esercitare un suo diritto''. Sulla mancata applicazione della Bossi-Fini, oggi tre deputati di Forza Italia (Rosso, Zanetta e Galli) hanno presentato una interrogazione alla Camera.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)