Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Petizione contro la legge che riconosce i militari di Salò come esercito belligerante

18 aprile 2005
Anppia

Cari amici, in allegato trovate la petizione dell'Anppia, contro il disegno di legge che prevede il riconoscimento dei militari di Salò come esercito belligerante (presente anche sul sito)
Chiediamo a tutti voi di darci una mano nella raccolta delle firme, nella speranza che una forte opposizione delle cittadine e dei cittadini italiani possa fermare questa inqualificabile iniziativa del Governo.
Vi preghiamo quindi di rinviarci le firme raccolte tramite posta, fax o e-mail.
Grazie a tutti (Per firmare on line è sufficiente una mail con nome, cognome e indirizzo)
Fate girare questa mail!!


ANPPIA
Corsia Agonale 10,
00186 Roma
tel. 066869415 fax 0668803986
anppia@anppia.it
http://www.anppia.it

Allegati

Articoli correlati

  • Per Willy: sei tutto il bene del mondo
    Pace
    Oggi i funerali di Willy Monteiro Duarte

    Per Willy: sei tutto il bene del mondo

    Hai cercato di portare pace e difendere un tuo amico nella rissa selvaggia a Colleferro. E ti hanno ucciso per questo. Ti ringraziamo Willy per averci ricordato che davanti ad un'ingiustizia non dobbiamo mai voltare le spalle.
    12 settembre 2020 - Laura Tussi
  • L'Antifascismo di padre in figlia
    Pace
    Patrizia Mainardi si racconta

    L'Antifascismo di padre in figlia

    "Mobilitarsi significa agire, partecipare, manifestare e rivendicare il rispetto delle fondamentali esigenze della convivenza sociale". Intervista alla Presidente Anpi Salsomaggiore Terme, figlia di Anteo, il Partigiano "Canto".
    6 agosto 2020 - Laura Tussi
  • L'esempio di Duccio Galimberti
    Pace
    Una riflessione

    L'esempio di Duccio Galimberti

    Arrestato dai fascisti, il 28 novembre 1944, seviziato e ridotto in fin di vita, non parla. Viene fucilato il 4 dicembre 1944.
    25 luglio 2020 - Laura Tussi
  • La strage di Reggio Emilia
    Pace
    Dopo questi orribili fatti il governo Tambroni si dimise

    La strage di Reggio Emilia

    Partigiani e operai assassinati nella strage del 7 luglio 1960: fu un cortocircuito tra la società civile e antifascista e le istituzioni
    6 luglio 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)