Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Intervista a Cindy Sheenan, Peace Mom

    La Pace vera

    Nel numero di Dicembre 2005 di questa rivista, con l'articolo << La
    nobile
    causa>>, presentammo la figura di Cindy Sheehan, madre di Casey, un
    soldato
    americano di 24 anni, morto nel 2004 durante la guerra in Iraq. Tutto
    il
    mondo cominciò a parlare di lei nell'Agosto dello scorso anno, quando
    piantò la sua tenda davanti al ranch texano del presidente americano
    George
    Bush, aspettando invano di essere ricevuta da lui. Abbiamo avuto
    l'onore
    d'incontrarla personalmente a Roma in occasione di una sua conferenza
    tenuta alla Casa della Pace della Provincia di Roma ed abbiamo
    approfittato
    per farle qualche domanda che ci permettesse di conoscerla più
    profondamente, aldilà della sua immagine di eroina pacifista.

    24 marzo 2006 - Giuseppe Stabile
Roma, Piazza Navona martedì 4 luglio 2006, dalle 18.00 alle 20.00

4th of July - Troops Home Fast

Solidarietà con lo sciopero della fame di Cindy Sheehan e altri attivisti negli Stati Uniti
Giacomo Alessandroni3 luglio 2006 - Giacomo Alessandroni

Gli Stati Uniti sono in guerra Uno storico sciopero della fame sarà lanciato davanti alla Casa Bianca domani 4 luglio, giorno della festa statunitense per l'indipendenza.

Lo sciopero viene indetto per esigere il ritiro immediato delle truppe dall'Iraq e per commemorare i morti e feriti della guerra e dell'occupazione. Vi parteciperà Cindy Sheehan, la mamma pace statunitense, insieme ad attivisti, veterani della guerra in Iraq e familiari di militari. Tra i partecipanti anche il Tenente Ehren Watada, diventato il 22 giugno il primo ufficiale dell'esercito statunitense a rifiutarsi pubblicamente di andare in Iraq e sua madre Carolyn Ho.

Si uniranno a questa iniziativa, con uno sciopero della fame simbolico di un giorno proprio il 4 luglio, oltre 1500 cittadini statunitensi, tra cui personaggi dello spettacolo, membri del congresso, veterani, musicisti, scrittori e religiosi. Manifestazioni di solidarietà con i dimostranti davanti alla Casa Bianca saranno tenute in numerose città degli Stati Uniti.

Nel mondo, manifestazioni analoghe con scioperi della fame sono in programma in vari paesi, tra cui Germania, Irlanda, Ecuador e in Italia a Firenze e a Roma.

Nella capitale, il gruppo romano Statunitensi per la pace e la giustizia porterà anch'esso la propria solidarietà alla manifestazione statunitense "Troops Home Fast". Parteciperà allo sciopero della fame di un giorno e a Piazza Navona farà azioni di volontinaggio tra turisti e romani per richiamarne l'attenzione sulle iniziative in corso negli Stati Uniti.

Oltre al Troops Home Fast, il volantinaggio a Piazza Navona vuole anche far sapere della Declaration of Peace, una campagna promossa negli Stati Uniti da un ampia gamma di movimenti, i quali dichiarano la propria intenzione di organizzare azioni non-violente in tutti gli Stati Uniti e nel mondo dal 21 al 28 settembre, se non saranno stati raggiunti per la giornata internazionale per la pace - 21 settembre 2006 - vari obiettivi, tra cui il ritiro immediato delle truppe dall'Iraq, la chiusura delle basi militari statunitensi in Iraq, il controllo Iracheno sulle proprie risorse naturali e la riparazione dei danni causati dalla guerra e da 13 anni di sanzioni.

Sempre in Piazza Navona saranno raccolte firme tra i numerosi turisti statunitensi presenti nella capitale a sostegno della campagna Voters for Peace. Si chiede agli elettori di dichiarare "di non votare e sostenere un candidato per il Congresso e per la Casa Bianca, il quale non assuma una posizione pubblica mirata a porre rapidamente fine alla guerra in Iraq e a evitare ogni futura guerra di aggressione.

Note:

Per maggiori informazioni sull'iniziativa di Roma:
Stephanie Westbrook tel. 333.1103510 / 06.8411649
info@peaceandjustice.it http://www.peaceandjustice.it

Per maggiori informazioni sulle iniziative negli Stati Uniti, vedere i siti:

Troops Home Fast: http://www.troopshomefast.org
Declaration of Peace: http://www.declarationofpeace.org
Voters for Peace: http://www.votersforpeace.us
Tenente Ehren Watada: http://www.thankyoult.org

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)