Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Denunciato l'uso dei cani contro i detenuti in prigioni degli USA

13 ottobre 2006
Tiziana Saracco

Cinque sistemi carcerari statunitensi permettono l’uso di cani addestrati ad attaccare per controllare i reclusi, ha denunciato un’organizzazione dei diritti umani, sostenendo che non solo nelle carceri segrete all’estero, ma anche in quelle nordamericane si usano i cani.

Questo procedimento è usato nelle prigioni statali installate in Connecticut, Delaware, Iowa, South Dakota y Utah, precisa in un comunicato la ONG che difende i diritti civili. Molti custodi di questi dipartimenti sono autorizzati ad aizzare i cani contro i prigionieri perchè li mordano, se costoro offrono resistenza alle autorità del penitenziario, dice la denuncia.

I portavoce del gruppo civico che ha sede a New York hanno dichiarato che non esiste notizia di altri paesi che permettano pratiche tanto degradanti contro i detenuti, permesse ufficialmente dalle amministrazioni governative.

Il mondo intero ha visto le foto dei cani nella prigione di Abu Ghraib, in Iraq. ma la notizia è che il trattamento viene eseguito in segreto anche nel territorio degli USA, ha commentato Jamie Fellner, delegato di questa organizzazione.

Solamente in Connecticut sono registrati almeno un centinaio di casi di questa variante di repressione tra il mese di marzo del 2005 e quello del 2006, ha segnalato Fellner, citato dal quotidiano USA Today. (PL).

Articoli correlati

  • L'era digitale pretende un esercito digitale
    Disarmo
    USA

    L'era digitale pretende un esercito digitale

    Pubblicato il rapporto della commissione statunitense sull'uso dell'intelligenza artificiale in ambito militare
    3 marzo 2021 - Francesco Iannuzzelli
  • In difesa dei nativi americani
    Pace
    Il movimento di opposizione all’Indian Removal Act

    In difesa dei nativi americani

    Jeremiah F. Evarts (1781–1831) era un missionario, riformatore e attivista cristiano per i diritti degli indiani d'America. Si distinse per la difesa dei diritti degli indiani d'America.
    Redazione PeaceLink
  • Per una critica dell’innovazione capitalistica: il lavoro nella catena del valore delle armi
    Disarmo
    La sicurezza degli Stati passa attraverso il controllo capillare del territorio

    Per una critica dell’innovazione capitalistica: il lavoro nella catena del valore delle armi

    La nozione di sviluppo tecnologico è una nozione inscindibile da quella di sviluppo capitalistico, si trattava pertanto di smascherare la presunta neutralità della scienza
    29 marzo 2021 - Rossana De Simone
  • AI - La nuova corsa agli armamenti
    Disarmo
    Intelligenza artificiale e armi autonome

    AI - La nuova corsa agli armamenti

    USA e Cina, e non solo, gareggiano sul fronte pericoloso della delega delle operazioni militari a sistemi autonomi in contesti sempre più complessi, come i combattimenti in volo
    3 dicembre 2020 - Francesco Iannuzzelli
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)