Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

    Presidio a Roma il 15 ottobre per salvare Ali e denunciare il regime saudita

    La Rete NoWar-Roma indice un Presidio in piazza del Campidoglio per rompere l'omertà dei media intorno al regime repressivo e crudele dell'Arabia Saudita. L'ultimo episodio: Ali al-Nimr, ventenne, sta per essere decapitato e crocefisso per aver contestato il governo.
    9 ottobre 2015 - Stefania Russo (Rete NoWar-Roma)

    Yemen bombardato dal regime saudita. Insert: Ali al-Nimr.

     L’Arabia Saudita è una monarchia dittatoriale: dallo scorso marzo bombarda senza tregua lo Yemen e il suo popolo e, con i suoi blocchi navali, impedisce l’arrivo degli aiuti umanitari.

    È anche il maggiore sponsor del sedicente stato islamico e delle sue oscene devastazioni.

    L’Arabia Saudita non vuol nemmeno rispondere della morte di quasi 1000 pellegrini calpestati dalla folla in marcia verso La Mecca.

    Ora, in Arabia Saudita, Ali Mohammed Baqir al-Nimr, un ragazzo di 20 anni, è in attesa di essere decapitato e poi crocifisso.

    Il giovane fu arrestato nel 2012 mentre partecipava ad una manifestazione in favore dello zio, un famoso imam sciita conosciuto per la sua militanza contro il regime saudita, a sua volta condannato a morte. Ali al-Nimr è stato processato privo di assistenza legale, e sotto tortura, costretto a confessare presunti reati commessi all’età di 17 anni, ancora minorenne.

    Nel 2010, il Campidoglio si unì alla campagna nazionale di sensibilizzazione per salvare Sakineh, la donna condannata a morte in Iran e amnistiata nel 2014, esponendo la sua gigantografia in piazza del Campidoglio. Chiediamo che anche il caso di Ali al-Nimr venga considerato con la medesima indignazione e mobilitazione riservate alla donna iraniana.

    La Rete No War convoca a Roma, giovedì 15 ottobre, un presidio in Piazza del Campidoglio dalle ore 16.00 alle ore 19.00 per sostenere Ali al-Nimr e denunciare le nefandezze dell’Arabia Saudita da poco alla guida del gruppo consultivo del Consiglio dei diritti umani dell’Onu!

    Per adesioni e contatti: mari.liberazioni@yahoo.it oppure steffruta@gmail.com.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)