Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

    Ong italiane: andremo in piazza per l'Africa

    L'Associazione Ong Italiane è tra i promotori di Italiafrica
    16 aprile 2004 - Emanuela Citterio
    Fonte: Vita online - http://www.vita.it - 08 aprile 2004


    L'Associazione ONG Italiane (a cui fanno capo 160 organismi di cooperazione internazionale) parteciperà alla manifestazione nazionale di Roma, che si terrà sabato 17 aprile a Piazza del Popolo a conclusione della tre giorni “Italia-Africa 2004” (15-16-17 aprile), che vedrà alternarsi nella Capitale una serie di appuntamenti, seminari e iniziative interamente dedicate al continente africano (per il calendario: www.italiafrica.org).

    "L'Associazione è stata tra i primi a proporre e sostenere l'idea di una manifestazione di piazza per risvegliare le coscienze dell'opinione pubblica italiana sulle sorti delle popolazioni africane" sottolineano in un comunicato le ong.
    "L'Africa è certamente il continente che assorbe il maggior numero di interventi delle Ong italiane, dove l'85% degli organismi non governativi ha almeno un progetto in corso. Attualmente l'associazione è presente coi propri organismi in una cinquantina di Paesi africani, con oltre 500 progetti di emergenza e sviluppo. Il Congo, il Mozambico, l'Angola e l'Uganda contano il numero più elevato di interventi della cooperazione non governativa italiana".

    Per le ong italiane "l'Africa non è il “continente alla deriva” ormai senza speranza, descritto negli ultimi anni da politici ed economisti".

    “I problemi dell'Africa" commenta Sergio Marelli, presidente dell'Associazione Ong Italiane "non sono lontani da noi, ma sono interdipendenti con la possibilità di avere un futuro anche per le nostre società cosiddette sviluppate”.
    “Ritornare in piazza a manifestare per l'Africa" continua Marelli, "vuol dire assumersi delle responsabilità, ricordandosi di tutti i conflitti ancora accessi non solo in Iraq, ma in ogni parte del mondo, perché vorremmo si comprendesse che la pace si costruisce giorno per giorno, anche attraverso piccole scelte quotidiane”.

    Sergio Marelli interverrà alla sessione di apertura di venerdì 16 dal titolo “Africa e Europa: rileggere la storia insieme - diritti umani e democrazia, dai conflitti alla pace” (dalle 9.30 in Campidoglio presso la Sala Protomoteca) e presiederà la plenaria di sabato 17 aprile (stessa sede) dal titolo “Europa e Africa: una comunità di destino – sviluppo sostenibile, diritto alla salute, giustizia sociale”.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)