Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo

Appello: dirtitto allo studio in Palestina

firma la petizione on line per il diritto allo studio nei territori paestinesi illegalmente occupati dall'esercito israeliano
9 marzo 2005 - Gabriele Del Grande

(08-03-05)
Il 21 Novembre 2004 quattro studenti universitari di Gaza sono stati espulsi dalla West Bank dove stavano frequentando l'università a Birzeit e deportati illegalmente dall'esercito d'occupazione israeliano nella Striscia di Gaza. I quattro - Bashar Abu Shahala, Walid Muhanna, Bashar Abu Salim e Mohammad Matar - non hanno commesso reati nè sono accusati di alcunché. Tuttavia è loro proibito il rientro all'Università di Birzeit per poter continuare i loro studi. La Campagna per il Diritto allo Studio dell'Università di Birzeit si è mobilitata per la loro riammissione nei territori occupati.

La West Bank e la striscia di Gaza sono internazionalmente riconosciute come un unico territorio e dunque, in accordo con il diritto internazionale, ogni loro abitante ha diritto di scegliere liberamente la propria residenza all'interno di quel singolo territorio. Per tanto tutti i palestinesi di Gaza hanno diritto a lavorare, studiare, vivere nella West Bank, e viceversa. In realtà questo diritto è continuamente violato dal sistema illegale dei permessi di uscita e dalla politica di chiusura imposta dall'occupazione israeliana. Dal gennaio 1991 i territori palestinesi occupati illegalmente da Israele sono divisi in tre aree: West Bank, Striscia di Gaza, Gerusalemme Est. Il passaggio da una all'altra richiede un permesso speciale delle autorità israeliane. Ciò impedisce agli studenti di Gaza di studiare nelle otto università della West Bank.

La questione degli studenti di Gaza fa parte di un più vasto disegno della politica israeliana di ostruzione e attacco all'istruzione in Palestina. Agli studenti della West Bank è spesso impedito raggiungere le proprie università per le frequenti chiusure delle centinaia di posti di blocco militari che isolano intere città e importanti nodi stradali, oltre che dalla costruzione illegale del Muro.

Sul sito http://www.petitiononline.com/right2ed/petition.html è possibile sottoscrivere una petizione on line indirizzata al Consulente Legale dell'Esercito Israeliano, Col. Yaer Lutstein, e al Ministro della Difesa Israeliano, Shaul Mofaz, chiedendo:
1. L'immediato e incondizionato ritorno dei quattro studenti di Gaza espulsi all'università di Birzeit.
2. Il riconoscimento del diritto degli studenti palestinesi a frequentare liberamente le università della West Bank e di Gaza, in accordo con il diritto internazionale, il diritto alla libertà di movimento e all'istruzione.
La petizione è già stata sottoscritta da importanti personalità del mondo accademico e politico internazionale.

Note:

sull'espulsione dei quattro studenti: italy.peacelink.org/palestina/articles/art_9880.html
sulle politiche israeliane di chiusura: http://www.btselem.org/English/Freedom_of_Movement/Closure.asp
sulla campagna per il diritto allo studio in Palestina: http://right2edu.birzeit.edu
sulla costruzione illegale del Muro: www.stopthewall.org

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)