Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo
Nablus

Pacifisti arrestati

18 luglio 2003 - Rapprochement between people
Fonte: http://www.palsolidarity.org - 15 luglio 2003

Sei pacifisti internazionali che stavano partecipando alla campagna dell'ISM "Freedom Summer in Palestine" sono stati arrestati questo pomeriggio nella città di Nablus (Cisgiordania).
Gli arrestati sono: Daniel Knutsson, Svezia - Avi Zer-Aviv, Canada - Aviv Kruglanski, Israele - Alex Perry, Gran Bretagna - Thomas Pellas, Francia - Saul Reid, Gran Bretagna.
Il gruppo aveva rimosso 2 blocchi stradali nella zona di Nablus e oggi stava lavorando per la rimozione del terzo, quando i soldati israeliani si sono bruscamente diretti con le jeep militari ad alta velocità verso di loro. I soldati hanno inseguito un bulldozer, guidato da un Palestinese e con due internazionali a bordo, che aveva partecipato alla rimozione del blocco stradale. Un militare israeliano è entrato nella cabina di pilotaggio del bulldozer mentre una jeep lo scortava su ordine dell'esercito verso una vicina base militare. I volontari internazionali hanno quindi bloccato la strada per impedire la confisca del bulldozer da parte dei militari israeliani. Altri internazionali hanno circondato il Palestinese che guidava il bulldozer e hanno incominciato ad incamminarsi lentamente con lui verso Nablus. A questo punto i soldati hanno minacciato di sparare contro la gente presente se avessero continuato a muoversi.
Il gruppo ha poi negoziato con il DCO la possibilità, per il bulldozer, il guidatore e gli internazionali, di ritornare a Nablus acconsentendo al ripristino dei 2 blocchi stradali che erano stati rimossi.
Dopo il ripristino del primo blocco stradale e mentre era in corso la ricostruzione del secondo blocco, l'accordo veniva improvvisamente modificato e i soldati dichiaravano che non sarebbe stato permesso agli internazionali di ritornare a Nablus perché erano tutti sospettati di far parte dell'ISM. Un altro accordo è stato quindi negoziato per il quale 11 internazionali sarebbero rimasti fuori dalla città e 6 sarebbero tornati a Nablus per recuperare gli effetti personali di tutti i volontari che poi avrebbero lasciato la città.
Improvvisamente i soldati hanno dichiarato che avrebbero arrestato il guidatore del bulldozer e avrebbero sequestrato quest'ultimo. Gli internazionali si sono di nuovo mossi per circondarlo. A quel punto Daniel, Aviv e Alex sono stati arrestati e portati via in una jeep. I soldati hanno dichiarato che avrebbero arrestato tutti gli internazionali. Avi, Thomas e Saul hanno quindi cercato di bloccarli sbarrandogli la strada, ma sono stati arrestati anche loro.
I 6 internazionali sono poi stati tutti ammanettati e trasportati in un autobus israeliano alla stazione di Polizia di Ariel.
Per maggiori informazioni: Kelly 00972 55 735 158, Seif 00972 59 33 52 71

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)