Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo
Il "muro dell'Apartheid" continua ad infliggere profonde ferite in Cisgiordania

Pacifisti in aiuto ad una famiglia isolata

27 luglio 2003 - Press Ism (International solidarity movement)
Fonte: http://www.palsolidarity.org - 25 luglio 2003

Il 28 di luglio si terra' un'azione a Jayyous per distribuire cibo alle famiglie palestinesi isolate dal villaggio a causa del muro di sicurezza, chiamato "Muro dell'Apartheid" dai palestinesi, che e' attualmente in costruzione da parte di squadre israeliane nella Cisgiordania occupata.
La famiglia di Ali Ibrahim Abu Sharib e' una famiglia beduina di otto persone che vive appena a sud di Jayyous. Queste persone dipendono dall'accesso al villaggio per il cibo, l'acqua, la scuola per i bambini, e per i rifornimenti alimentari. La loro casa e' situata all'interno della Cisgiordania, circa a tre miglia dalla Green Line. Fino al 18 luglio per la famiglia era possibile attraversare il luogo designato per la costruzione del muro e raggiungere il villaggio di Jayyous. Da quel giorno un filo metallico tagliente e una catena di recinzione li isolano dal resto del villaggio, e la famiglia Sharib e' diventata progioniera in casa propria.

Il venti luglio pacifisti palestinesi di Jayyous e pacifisti internazionali dell'Ism (International solidarity movement), tra cui alcuni attivisti di "Boston per la Palestina" e "Ebrei contro l'occupazione", hanno organizzato una visita alla famiglia Sharib.
E' stato fatto un tentativo per attraversare il sentiero del muro, ma le forze israeliane di guardia al muro hanno sparato contro gli attivisti. In una conversazione "urlata" attraverso la recinzione, la famiglia ha fatto sapere agli attivisti che stava soffrendo molto per la mancanza di cibo, acqua medicine e scorte alimentari, essenziali per la loro sopravvivenza.

Dopo questa visita gli attivisti hanno programmato con l'Ism una giornata di solidarieta' con questa famiglia. Il ventuno luglio hanno portato scorte di cibo per la famiglia, erano accompagnati da alcuni giornalisti di testate internazionali. La visita e' stata un successo, nonostante gli ostacoli incontrati a causa delle forze israeliane. Sono stati in gado di portare il cibo alla famiglia assediata.

Da Jayyous hanno telefonato a molte organizzazioni per i diritti umani per segnalare la situazione della famiglia isolata. La madre e' diabetica e le sue scorte di insulina stanno terminando. Uno dei figli, adolescente, ha un problema all'occhio e necessita di cure mediche. Tra qualche giorno un'ambulanza palestinese provera' a raggiungerli.

Quello della famiglia Sharib e' solo uno dei tragici esempi delle migliaia di famiglie che sono rimaste isolate dai loro villaggi e dalle loro terre coltivabili a causa della costruzione del "muro dell'Apartheid" israeliano, che sta povocando una profonda lacerazione all'interno della Cisgiordania.

Per contatti:

Attivisti di pace a Jayyous:
Adwan 00972-67-487145
Mahmoud 00972- 52-391747

Ism (International solidarity movement)
Michael (addetto stampa) 00972-55-420627
Ufficio 00972-02-2774602

Note:

Traduzione a cura di PeaceLink

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)